“L’ansia non ci sottrae dal dolore di domani ma ci priva della gioia di oggi” (Leo Buscaglia)

“Ansia” è una parola molto inflazionata al giorno d’oggi, sia dagli atleti sia dalle persone che vivono una vita “normale” (diciamo così) ed è molto importante la modalità in cui la gestiamo per riuscire ad essere sereni nei confronti di quelle situazioni che ci fanno uscire dalla nostra “zona comfort” e ci fanno sentire in qualche modo inappropriati. Da dove iniziare? Come vi ho sempre detto il mezzo più potente a nostra disposizione è il nostro dialogo interno, ovvero cosa ci diciamo e come ci parliamo. La prima cosa da fare è non identificarci con una sensazione. Le frasi “IO SONO ANSIOSO” e “IO IN QUESTA SITUAZIONE STO PROVANDO ANSIA”, sono completamente differenti, la prima ci identifica con la nostra sensazione, la seconda invece si riferisce ad un momento, ad una circostanza, che stiamo vivendo con ansia: noi, infatti, ognuno nella sua unicità, non siamo sempre così.

Se ci pensiamo bene infatti, se abbiamo le capacità per generare e vivere questa sensazione, avremo ugualmente le capacità per farla svanire. Detta così sicuramente sembra facile… Non lo è, ma è qualcosa di assolutamente fattibile.
Come? Sicuramente, nel momento in cui generiamo ansia cambiamo la nostra respirazione, la nostra fisiologia, il nostro dialogo interno…basterà quindi ripristinare questi elementi per trovare subito benessere. Se siete curiosi di scoprire cosa fare più nel dettaglio, approfondiremo questo argomento nel prossimo articolo… stay tuned!

Mara Bellerba

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy