SETTIMANA DELLA MODA A FABRIANO, ARRIVANO I PRIMI SI

di Marco Antonini

Fabriano – L’idea di una “Settimana della moda” a Fabriano, radunando tutto il settore marchigiano nella città della carta, lanciata dalla stilista burundese, ma fabrianese d’azione, Fabiola Manirakiza, è stata accolta con soddisfazione, nell’arco di poche ore, da Confartigianato e da Confcommercio. Per restando con i piedi ancorati a terra, la proposta è allettante perché permetterebbe a Fabriano di farsi conoscere a un pubblico nuovo. Potrebbe essere l’occasione giusta per mettersi al lavoro per l’anno prossimo. Entusiasta Antonella Bartolini, responsabile pubblici esercizi di Confcommercio Fabriano: “L’idea di una “Settimana della moda” è senza alcun dubbio ottima sia dal punto di vista dei pubblici esercizi che del settore turistico più in generale. La nostra categoria, ora più che mai – dichiara – ha bisogno che vengano organizzati eventi sia per allietare i residenti che per richiamare persone da fuori. Abbiamo piazze ad angoli di città che offrirebbero una cornice suggestiva ad un evento di livello come questo. Sarebbe una bella vetrina per Fabriano a cui noi pubblici esercizi non mancheremmo di dare valore con le nostre attività: ad oggi l’offerta che proponiamo è infatti vasta e varia”. Nonostante le restrizioni imposte dal Covid, Bartolini, guarda in lontananza: “Questo evento mi auguro che possa essere anche, se pur per un periodo ridotto, l’occasione per aumentare il tasso di occupazione della nostra città impiegando alcune figure professionali del territorio. Spero che questo progetto vada avanti e ringrazio la stilista Fabiola Manirakiza per aver avuto questa idea”.

Dello stesso avviso Federico Castagna, responsabile sindacale Jesi-Fabriano di Confartigianato Imprese di Ancona, Pesaro e Urbino: “L’idea di una Settimana della Moda” a Fabriano è sicuramente un progetto interessante che merita attenzione considerando anche le numerose imprese del settore moda locale dove, tra l’altro, alcune di loro, nel periodo del Covid-19, non si sono mai fermate ed hanno riconvertito la produzione. In ogni caso – aggiunge Castagna – è importante sottolineare quanto questi progetti vanno sostenuti in termini di risorse e finanziamenti”. Un evento, secondo Confartigianato, da pianificare per quando la situazione, dal punto di vista sanitario, sarà migliorata e ci si potrà incontrare in piazza con più disinvoltura. “Buona l’idea, interessante sicuramente anche per la città di Fabriano – conclude Castagna – con l’obiettivo di rilanciare il territorio. Un progetto che deve essere valutato nei minimi dettagli e deve essere accompagnato da un ottimo sostegno economico”.

Soddisfatta Fabiola Manirakiza, la stilista originaria del Burundi che vive a Fabriano da circa 30 anni: “Fabriano può offrire molto da questo punto di vista. Nel tempo può diventare un appuntamento fisso per un settore, quello della moda, che ha tante potenzialità”. La stilista vive a Fabriano e lavora tra le Marche e Milano. La sua azienda, operativa dal 2016, Frida-Kiza, sta lavorando alle prossime collezioni e sogna di sfilare e di presentare le sue creazioni, dopo il Covid, anche nella sua Fabriano. Si attende la presa di posizione dell’Amministrazione comunale.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy