FRANCO BERIONNI SCRIVE AL SINDACO, “ECCO I LAVORI DA METTERE IN AGENDA”

Fabriano – Franco Berionni, ex segretario comunale, scrive nuovamente al sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. In primo piano la città della carta, le sue esigenze, i disservizi. Ecco la missiva integrale. 

di Franco Berionni

“Signor Sindaco, smetta di stare su Facebook e cerchi di risolvere i problemi di Fabriano e dei suoi cittadini. Con il dovuto rispetto glielo dice uno che ha iniziato a fare il Segretario Comunale quando lei nasceva. Credo di sapere che fare il Sindaco non è facile. In questo periodo lo è ancora di meno. Mi sono rimaste impresse le parole che mi ha detto, quando mi ha ricevuto per illustrarle il mio pesiero sullo svincolo “Fabriano Centro” “Noi non aggrediamo il Territorio” liquidando con ciò la possibile realizzazione. (Anche se si sarebbe potuto fare, se il Comune fosse stato d’accordo, con pochi soldi e poco tempo. Ora purtroppo non è più possibile.) L’amministrazione Comunale sosteneva invece più importante allargare la strada da Fabriano Ovest verso Fabriano. Ciò, perchè chiaramente, non si rendeva conto né dell’Intervento né della spesa da sostenere. Tant’è vero che non se ne è fatto nulla. Per allargare una strada, è necessario Variare il Piano Regolatore Generale (ci vogliono anni). L’attuale amministrazione ha avuto un avanzo di amministrazione di €.14.000.000 (Più l’avanzo di amministrazione è alto e meno si sa amministrare) e solo una piccolissima parte (circa 700.000 €. è stato destinato a strade e marciapiedi €.) con cui è stato realizzato l’asfalto del tratto di strada di Torrececchina ed un altro modesto tratto che va dall’inizio della strada a confine con il Comune di Sassoferrato. E via Dante (la via più popolosa e trafficata di Fabriano) sta a guardare. Mi permetto di suggerire un modesto pro memoria. Per Fabriano non è necessario fare opere faraoniche, per lo meno bisognerebbe fare i lavori di ordinaria amministrazione (dove l’amministrazione è latitante) quali ad esempio:

– Tutta la segnaletica orrizzontale (così come è adesso non possono essere fatte neanche le contravvenzioni al Codice della strada)
– Manutenzione ordinaria delle strade La passata amministrazione, una volta l’anno, passava, nelle frazioni, con il tagliasiepe. Ora l’erba si sta impossessando delle strade e si crea pericolo.
– Potatura degli alberi.
– Pulizia delle frazioni
– Frana di Moscano (soluzione possibile spendendo poco, se invece si vogliono spendere milioni, la frana resterà li per sempre, con il relativo pericolo.)
– Pulizia delle fogne
– Rifacimento degli asfalti, ecc.ecc. Franco Berionni

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy