LA COLLINA DELLA VITA, A FABRIANO 3 ANNI DI ATTIVITA’ A SCUOLA

di Pietro Morelli

Fabriano – L’associazione “La Collina della Vita” è stata costituita formalmente il 23 ottobre 2017 per iniziativa del maestro Pietro Morelli e altri sette genitori i cui figli frequentano la scuola primaria Marco Mancini. In realtà già da molti anni si è sviluppata una grande collaborazione tra la scuola e i genitori che si sono resi molto disponibili a sostenere le esperienze naturalistico-ambientali che gli insegnanti proponevano ai loro figli in merito al progetto Orto-frutteto-giardino.

Come altre iniziative, comuni a molte scuole, le prime esperienze sono iniziate all’interno delle aule scolastiche con vasetti e fioriere dove i bambini piantavano i loro semini di fagioli, lenticchie, grano e qualche bulbo da fiore. Siamo poi passati in un angolo del giardino dove abbiamo messo qualche pianta di insalata, pomodori e anche qualche pianta aromatica. In seguito abbiamo piantato anche un ciliegio e lo spazio per le attività e le osservazioni delle piantine, degli insetti del terreno e infine dei frutti, cominciava ad essere un po’ troppo stretto. Quindi, con un gruppo di genitori e con l’approvazione dell’amministrazione comunale e il sostegno del dirigente scolastico Andrea Boldrini, abbiamo deciso di ripulire una parte del terreno, di proprietà comunale, di fianco alla recinzione scolastica. Abbiamo fatto un grande lavoro per estirpare rovi, spini e altre infestanti, per realizzare sentieri che rendessero agevolmente e piacevolmente praticabile tutto il terreno molto scosceso e lungo i sentieri abbiamo piantato alberi da frutto per formare una foresta alimentare. Nel frattempo abbiamo ampliato anche lo spazio dedicato all’orto e così hanno preso forma alcune zone distinte. In una zona del cortile abbiamo fatto “Il nostro orto”per la coltivazione degli ortaggi di vario genere che vanno dalle insalate, alle carote, cipolle, aglio, sedano,bieta, ravanelli, basilico, fave, piselli, zucche e zucchine, cetrioli e melanzane per terminare con peperoni, pomodori e…tante fragole per soddisfare la golosità dei bambini.

Fuori dalla recinzione scolastica abbiamo realizzato un sentiero delle “Aromatiche” dove crescono salvia, rosmarino, timo, origano, maggiorana, mente e mentucce, finocchio selvatico, alloro,lavanda…. e infine lungo i sentieri della rimanente area, la “Food-forest”, stiamo piantando alberi da frutto per renderli di facile osservazione per i ragazzi durante il ciclo e il mutare delle stagioni. Abbiamo messo molte varietà di frutti come meli, peri, albicocchi, fichi, peschi, olive, prugne,nespoli, viti, kiwi, cachi, noci e mandorli. Realizzeremo un sentiero con tutti noccioli e sarà chiamato “il sentiero degli scoiattoli” mentre in un altra zona pianteremo alcuni ciliegi formando “La collina dei ciliegi” anche in onore di una canzone di bei tempi passati di Lucio Battisti.

Come succede spesso, a scuola mancano sempre i fondi per qualsiasi attività ma noi non ci siamo persi d’animo e nel 2017 abbiamo costituito l’associazione “La Collina della Vita” per sostenere le attività che sono di completamento ai percorsi scolastici dei ragazzi con l’obiettivo di trasformare tutta l’area intorno alla scuola in un Parco didattico. Con l’aiuto di sostenitori, alcuni affezionati e ormai storici come l’Ing. Francesco Merloni, Airforce, Coop Alleanza, Farmacom, Bar Ghibli, Notaio Massimo Pagliarecci, Bar Zona Caffè, abbiamo realizzato i lavori più onerosi all’esterno del giardino scolastico tra cui i le recinzioni a confine con la strada e i sentieri per transitare in sicurezza con i bambini, i cassoni di coltivazione e l’impianto di irrigazione nell’orto. Altri ci hanno fornito terriccio, piante e materiali vari come Sgaravatti Sementi, Compo, Omezzolli, Agrivita e blocchi in tufo della Cava Foffi…

Infine abbiamo avuto alcuni sostenitori occasionali che lo scorso anno ci hanno fornito vari materiali per organizzare la manifestazione “Verdarrediamo Fabriano”. Una iniziativa nata in occasione ed in collaborazione con Fabriano creativa in occasione degli eventi Unesco, per stimolare la popolazione ad arredare con il verde le vie e i vicoli del centro storico cittadino, gestita in collaborazione in collaborazione tra alunni e insegnanti della scuola Marco Mancini, L’Istituto Agrario, il comune e alcuni volontari dell’associazione La Collina della Vita che hanno anche piantato fiori nelle fioriere a conchiglia posizionate lungo il corso e nella piazza. Alcuni di questi sostenitori ci hanno sorpreso per la generosità delle loro donazioni e in particolare vogliamo ricordare la Vigorplant, la Stefanplast, la Erba, la Sgaravatti, e soprattutto la Italiana Terricci del Gruppo Valagussa che dal Lago di Como ci ha inviato due autotreni di terriccio è stato utilizzato tutto l’anno per sistemare varie aree verdi della città. In questi anni abbiamo iniziato e sviluppato la collaborazione con alcune scuole superiori di Fabriano. Con il Liceo artistico Mannucci, in particolare con la prof. Patrizia Rossi, che negli anni ci ha affiancato le insegnanti del laboratorio artistico abbiamo fatto delle bellissime esperienze in cui i loro ragazzi hanno guidato e collaborato con i nostri piccoli della primaria, alla realizzazione di cartelloni da esterno per il nostro orto-frutteto-giardino e, sempre in collaborazione, hanno realizzato delle pitture ad olio, su coppi vecchi, raffiguranti le piante da frutto o aromatiche che coltiviamo nel Parco didattico che verranno posizionati vicino alle piante raffigurate per facilitarne il riconoscimento anche durante i periodi in cui non ci sono foglie e frutti. Anche quest’anno era in programma una bellissima iniziativa che, a causa del covid è stata rinviata. All’interno della scuola Marco Mancini, l’artista sassoferratese Vanessa Cerioni ha realizzato un bellissimo murale che rapresenta e sintetizza le nostre attività con il verde.

Con il Preside Emilio Procaccini dell’Istituto Agrario Vivarelli già lo scorso anno abbiamo iniziato delle collaborazioni che prevedevano la presenza di loro alunni nelle nostre classi, sia con lezioni teoriche ai nostri alunni per realizzare la “carta di identità” di un albero da frutto che portavano in aula per le osservazioni che come collaborazione pratica aiutando i nostri bambini nella messa a dimora dell’albero nella food-forest che stiamo realizzando. Sono esperienze di tutoring, in cui i grandi guidano e aiutano i piccoli nei loro lavori e i nostri piccoli seguono estasiati le indicazioni dei loro tutor grandi ed esperti, esperienze che i nostri alunni vorrebbero ripetere prima possibile e che sicuramente non dimenticheranno mai. Abbiamo iniziato la collaborazione con le cooperative socio assistenziali C’era l’acca, Applica, Laboratorio 10 e Il mondo a colori. Per quest’anno ormai accantonate come vari altri programmi.

Nell’Istituto Comprensivo A. Moro con il sostegno della Preside Stefania Venturi, considerata la sua validità didattica e utilissimi anche per l’integrazione nelle attività di ragazzi in difficoltà, avevamo programmato di iniziare l’orto in ogni scuola, sia alla materna che alla primaria. Con il grande entusiasmo del Preside Antonello Gaspari, avevamo già iniziato le attività alla scuola Allegretto e alle Collodi…anche queste purtroppo interrotte a causa del Covid. Stesso discorso vale per le scuole Mazzini dove avevamo avuto più incontri con la Preside Aurelia Britta per cominciare le attività. Vorremmo creare una rete di “Orti diffusi” in cui bambini e insegnanti delle varie scuole facciano le loro esperienze nei propri orti ma possano anche scambiarsi opinioni e condividere le loro esperienze didattiche attraverso internet e/o con visite nel nostro Parco didattico. La collaborazione dell’artista sassoferratese Vanessa Cerioni ha portato alla realizzazione di un bellissimo murale all’interno della scuola Marco Mancini che rappresenta e sintetizza l’ambiente del nostro orto, le attività che facciamo e la presenza degli insetti utili nelle nostre coltivazioni a “certificare” che non usiamo prodotti chimici.

L’associazione La Collina della Vita conta ormai 170 soci e gestire tutto richiede un grande impegno, sia come lavoro materiale che organizzativo, per questo ci stiamo organizzando suddividendo vari compiti altrimenti la gestione diventa troppo impegnativa e soprattutto non si arriva a fare tutto ciò che sarebbe necessario. Abbiamo diversi programmi per il futuro, alcuni a breve termine mentre altri di più lunga durata. Tra i primi progetti c’è il “Laboratorio del verde e della ceramica” che vogliamo realizzare nel prefabbricato situato all’inizio del cortile scolastico. Ringraziamo a questo proposito il Rotary Club di Fabriano nella persona del Presidente Patrizia Salari con preghiera di estendere il nostro ringraziamento a tutti gli associati. E’ un ringraziamento doppio, sia per gli strumenti che oggi ci donano, utilissimi per le nostre attività che per l’apprezzamento dimostrato nel sostenere la nostra iniziativa. Fin dalla prima presentazione del progetto Patrizia si è dimostrata entusiasta di poter collaborare per realizzare per questa iniziativa rivolta ai ragazzi, che mira alla valorizzazione dell’ambiente e alla educazione per una sana alimentazione. E’ un prezioso dono costituito da un computer, un videoproiettore e un particolare microscopio capace di catturare le immagini anche all’aperto per poi ingrandirle e proiettarle su uno schermo o una parete, tra loro anche collegabili, che saranno utilissimi per le lezioni o i video nell’aula del laboratorio.

La struttura infatti sarà suddivisa in due ambienti di cui uno attrezzato con tavoli da lavoro in cui i bambini potranno fare esperienze pratiche con vasetti, semi e piantine oppure lavorare l’argilla, l’altro sarà un’aula multifunzionale dotata quindi di computer, videoproiettore, e il microscopio per proiezioni geo-scientifiche. E’ una richiesta che abbiamo già fatto da più anni all’Amministrazione comunale la cui consegna, tra promesse e rinvii, speriamo sia ormai in dirittura di arrivo. Attigua sarà realizzata una serra didattica necessaria per riparare le piantine delle esperienze didattiche durante i mesi più freddi prima di trapiantarle nell’orto o nel Parco didattico. Queste strutture, seppure realizzate nella scuola Marco Mancini, portanno essere un punto di riferimento non solo per il territorio fabrianese ma anche per altre scuole che vogliono venire a visitarle e a fare presso di noi le loro esperienze didattiche. Anche quest’anno avremmo dovuto ripetere la manifestazione “Verdarrediamo Fabriano” per la quale era prevista la partecipazione di tutte le scuole primarie della città e avevamo in programma altre importanti iniziative che non vogliamo svelare, ma di cui vogliamo farvi una gradita sorpresa il prossimo anno.

Più a lunga scadenza abbiamo in programma di estendere il progetto Orto-frutteto-giardino a tutte le scuole che vorranno adottarlo e allargare l’associazione con le iscrizioni sia di persone di Fabriano che di altre città. La nostra Associazione “La Collina della Vita” è una onlus, riconosciuta con decreto della Regione Marche n°96 del 12/12/2017. E’ aperta per le iscrizioni a coloro che condividono le nostre finalità e la quota di iscrizione di 5€ è veramente minima per consentire a chiunque di poter partecipare iscrivendosi. Coloro che vogliono sostenerci possono donarci il loro 5×1000 della dichiarazione dei redditi indicando nello spazio apposito il nostro numero di codice fiscale: 92043810420, non lo riceviamo subito ma prima o poi arriverà. Io dico sempre “a voi non costa nulla ma fate un grande regalo ai vostri figli e nipoti” e chi decide di donarlo a noi può sempre venire a vedere come vengono impiegati i fondi che ci mettono a disposizione.

Se volete saperne di più su di noi potete collegarvi al sito: www.lacollinadellavita.com

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy