LA NUOVA SEDE DI CARITAS FABRIANO IN VIA FONTANELLE

di Marco Antonini

Fabriano – Verrà inaugurata domenica 31 maggio la nuova sede della Caritas Diocesana. E’ situata in via Fontanelle 63/65 di Fabriano. Il taglio del nastro sarà fatto dall’Amministratore apostolico, monsignor Francesco Massara. La palazzina è una struttura di circa 400 metri quadrati. Consta di una zona superiore con tre uffici; un salone per riunioni e per la formazione; una zona riservata per il “centro di ascolto”. E’ stata allestita anche un’area adibita ai vari laboratori pratici come corso di cucito, corso di cucina… La parte inferiore dello stabile, invece, sarà destinata ad un emporio per favorire l’integrazione di alcuni servizi già presenti nel territorio e per contribuire alla creazione di nuovi servizi. Con l’emergenza Covid, oltretutto, il lavoro della Caritas di Fabriano-Matelica è notevolmente aumentato.

“In questi mesi – ha detto il direttore, don Marco Strona – abbiamo collaborato con il Cisom e l’associazione Quadrifoglio nella gestione del Social Market. Abbiamo acquistato e donato anche prodotti igienici, più di mille mascherine e materiale sanitario. A Pasqua abbiamo regalato alle famiglie doni speciali per far passare un pranzo di festa dignitoso”. L’Ente è stato vicino a circa 500 famiglie di Fabriano, Sassoferrato, Cerreto d’Esi e Genga. Di queste 400 solo nella città della carta. Recentemente tre appartamenti sono stati dati in comodato d’uso gratuito a famiglie che necessitavano di alloggio.

Fino al 31 prosegue, intanto, l’iniziativa del “Mese mariano online” con un momento di preghiera sui social network, alle ore 18,30. L’iniziativa è stata molto seguita: in media ci sono circa 800 persone che si collegano alla pagina facebook del Cisom-Fabriano. La conclusione domenica pomeriggio con la diretta dalla sede nuova della Caritas che verrà in quel giorno inaugurata e benedetta da mons. Massara.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy