SS 76, DA DOMANI NUOVA VIABILITA’ ALLO SVINCOLO DI SASSOFERRATO

di Marco Antonini

Fabriano – Domani, come da noi anticipato nei giorni scorsi, apre, provvisoriamente, lo svincolo di Sassoferrato per coloro che provengono dall’Umbria. La decisione è stata annunciata nei giorni scorsi da Astaldi nel corso di un incontro con i sindacati. Dopo anni di disagi una buona notizia per gli automobilisti. A rimetterci, almeno per giorni (e speriamo che siano contati), saranno coloro che da Fabriano Est si dirigono a Fossato di Vico: in una prima breve fase, infatti, la rampa che permette di uscire per andare a Sassoferrato, Marischio e Melano potrebbe restare chiusa. Questa la decisione che dovrebbero attuare i tecnici e che permetterà agli operai di sistemare la carreggiata che in questi anni ha permesso la circolazione fino alle quattro corsie attive da Osteria del Gatto. Non è escluso, però, che si riesca a sistemare la segnaletica in questi giorni. Gli operai dovranno, oltre alle strisce, installare i cartelloni con le indicazioni stradali, i guardrail e le recinzioni. Poi bisogna sistemare il sottopassaggio a Cancelli. “Entro l’anno – dicono i sindacati – la tratta a confine tra Marche e Umbria verrà aperta completamente, a quattro corsie”. Sono circa 200 gli operai al lavoro nei cantieri di Borgo Tufico e Cancelli. Mentre si va avanti speditamente in prossimità dello svincolo di Sassoferrato, i lavori vanno più a rilento nella parte tra Albacina e Serra San Quirico. A Valtreara dopo il ritrovamento, l’anno scorso, di sei fusti tossici di cromo esavalente, l’area, all’interno del cantiere, è ancora sotto sequestro. Sono in corso indagini da parte della Magistratura che indaga per smaltimento illecito.

In aggiornamento

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy