Whirlpool. Fiom: “Incontro a palazzo Chigi insoddisfacente”

Roma – Si è tenuto questa mattina, a palazzo Chigi, l’incontro per la vertenza dello stabilimento Whirlpool
di Napoli tra il premier Giuseppe Conte, il ministro dello Sviluppo economico Patuanelli, e le
organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm.

Per la Fiom era presente una delegazione composta
dalla segretaria generale, Francesca Re David, dalla segretaria nazionale e responsabile del settore
elettrodomestici, Barbara Tibaldi, dal segretario generale della Fiom di Napoli Rosario Rappa, dal
delegato rsu della Whirlpool Napoli Raffaele Romano e da Massimo Brancato della Cgil
nazionale.
Francesca Re David: “dall’incontro di oggi a palazzo Chigi non usciamo soddisfatti. La semplice
sospensione della procedura di cessione non è quello che serve per riaprire un tavolo che rimetta
in discussione la decisione dell’azienda. Whirlpool non può continuare come se nulla fosse, da
quando è cominciato il confronto non ha fatto passi avanti. È necessario da parte sua un cambio di
atteggiamento».

La delegazione Fiom al tavolo: “in attesa che il ministro Patuanelli valuti, nell’incontro che
avverrà con l’azienda entro le prossime 24 ore, se ci sono le condizioni per riconvocare il tavolo,
ribadiamo che per la Fiom è necessario il rispetto dell’accordo del 25 ottobre scorso, sottoscritto da
azienda, sindacati e governo. E quell’accordo parlava di investimenti, non di cessione”. (Cs)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy