News

BIONDI: “CONTRO LA CRISI, LAVORI PUBBLICI AFFIDATI ALLE AZIENDE DELLA ZONA”

di Marco Antonini

Fabriano – Una soluzione contro la crisi. Piano triennale dei lavori pubblici, gli interventi – in tre anni pari a 25milioni di euro – devono essere affidati alle aziende della zona. L’affondo di Claudio Biondi, Democrazia Cristiana. “E’ da tempo che i fabrianesi stanno aspettando qualche interessante iniziativa per risollevare la grave situazione economica che da molto tempo ormai stiamo vivendo. Tante parole, ma di concreto da parte dell’Amministrazione comunale di Fabriano nessuna seria proposta”, la critica dell’esponente della Dc. “Il Piano Triennale dei lavori 2019-2021 recentemente approvato in Consiglio Comunale prevede lavori per 14.400.000 Euro per il 2019, per il 2020 euro 5.445.000 e 5.050.000 euro per il 2021. Tutti questi lavori – dichiara Biondi – devono andare alle aziende del Fabrianese per dare un contributo positivo alla nostra economia. Questo non lo sosteniamo solo noi. Da tempo – incalza – sia la Cgia che Cna chiedono iniziative per risollevare le piccole e medie imprese locali. I nostri Amministratori debbono sapere che sono queste realtà che hanno creato e creano ricchezza per il territorio e che hanno dato e danno lavoro a tanti residenti e pagano inoltre pesanti tasse comunali”. Per Biondi oggi i lavori vengono appaltati a grandi aziende di fuori regione senza possibilità, per i piccoli del posto, di frazionare gli appalti per permettere a piccole e medie imprese di partecipare.

Tanti gli interventi in programma in 3 anni. Per quel che riguarda il 2019, i lavori previsti riguardano: demolizione e ricostruzione dell’edificio scolastico che ospita la la scuola media Giovanni Paolo II per 5 milioni di euro; costruzione del nuovo edificio per la scuola di Marischio per 1.246.000; riparazione dei danni e miglioramento sismico del palazzo della nuova sede comunale per 750 mila euro; Riparazione dei danni e miglioramento sismico di Palazzo Chiavelli e Ridotto del teatro Gentile per 900 mila euro; Riparazione dei danni e miglioramento sismico della caserma dei carabinieri e degli alloggi per 2.350.000 euro; adeguamento sismico della scuola Marco Polo per 1.330.000 euro; manutenzione straordinaria delle strade comunali per 200mila euro in corso; adeguamento sismico della scuola Mazzini per 1.990.000 euro; lavori di riqualificazione urbana piazzale Matteotti per 135mila euro. Passando al 2020, fra gli altri: adeguamento funzionale dell’ex scuola Fermi per la collocazione delle sedi della Polizia e Guardia di Finanza per 600 mila euro; Prolungamento di via Bellocchi pari a 200mila euro; Completamento delle opere di urbanizzazione della lottizzazione Santa Croce 2 pari a 1.560.000 euro; esecuzione di ufficio delle opere di urbanizzazione della lottizzazione Civita per 885mila euro; Manutenzione straordinaria delle strade comunali per 200mila euro; adeguamento sismico scuola Santa Maria per 1.300.000 euro. Infine per il 2021: adeguamento sismico scuola di Albacina per 1milione di euro; adeguamento sismico scuola Aldo Moro per 2.300.000 euro; adeguamento sismico asilo di Melano per 350mila euro; risanamento del movimento franoso e del dissesto idrogeologico della strada comunale di Moscano per 1.200.000 euro; Manutenzione straordinaria delle strade per 200mila euro.