AL LAVORO PER SALVARE L’UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE

Ufficio del Giudice di Pace a Fabriano: il Comune copre la spesa di oltre 120mila euro per il 2018, 140mila euro quest’anno. Per il futuro, se non si riducono i costi, visto anche l’ulteriore aumento di spesa, il servizio potrebbe essere perso. L’Amministrazione comunale studia una soluzione. Il sindaco Santarelli è intenzionato ad incontrare i nuovi primi cittadini di Genga e Sassoferrato, Filipponi e Greci. “Da parte nostra – dice Santarelli – abbiamo stanziato risorse per sostenere da soli le spese per quest’anno e abbiamo stretto un accordo con lo sportello dell’Agenzia delle Entrate per un loro trasferimento al terzo piano dell’ex scuola Fermi. I lavori inizieranno a breve ed entro fine anno il trasferimento sarà completato. Questo significa che avremo un’entrata in più per far diminuire i costi per mantenere il Giudice di Pace. Analogo accordo vorremmo chiudere, in tempi brevi, con l’Inps per ridurre i costi fissi in modo sensibile e mantenere tutti i servizi”.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy