CASAPOUND OCCUPA L’OSPEDALE PROFILI DI FABRIANO

Fabriano, 28 aprile – I militanti di CasaPound hanno manifestato nel pomeriggio di ieri, sabato 27 aprile, contro lo smantellamento dell’ospedale Profili di Fabriano occupando simbolicamente il reparto di pediatria. Nel corso della manifestazione è intervenuto anche Michele Sgariglia, candidato marchigiano per CasaPound alle europee.

“Ormai è evidente a chiunque – afferma Emanuele Mazzieri, responsabile provinciale di CasaPound – che il territorio di Fabriano ed il suo ospedale siano vittime di un deprezzamento e di un progressivo smantellamento, voluto a livello regionale dal Partito Democratico e in particolar modo da Ceriscioli, il quale sta proseguendo il depotenziamento delle strutture sanitarie avviato dall’allora presidente della regione Marche Spacca. È divenuto addirittura superfluo ricordare fatti di cronaca gravissimi, ad esempio nell’ultima settimana sono già tre i bambini che, una volta giunti al pronto soccorso, non hanno potuto ricevere le cure necessarie e sono stati rimbalzati agli ospedali di Jesi o di Branca, oppure il caso di una signora di 102 a cui è stato dato un tempo di attesa di due anni per una ecografia”.

“Ciò che è ancora più sconcertante – continua Mazzieri – è l’incapacità del sindaco di Fabriano, Santarelli, di opporsi efficacemente a tutto questo, non riuscendo nemmeno a trovare una sponda nel Ministro della Salute, Grillo, sua compagna di partito. Un sindaco che sembra dare più importanza alle polemiche social piuttosto che ai fatti concreti. Fanno sorridere i suoi tentativi di cavalcare le varie proteste, quando avrebbe tutti gli strumenti per trovare una soluzione”.

“Con questa occupazione simbolica – conclude Michele Sgariglia, candidato marchigiano per CasaPound alle europee – abbiamo voluto ribadire con fermezza la nostra opposizione alle politiche scellerate del Partito Democratico, le quali stanno distruggendo la sanità pubblica non solo a Fabriano ma in tutto il territorio marchigiano. Se non si arriverà ad una soluzione entro breve siamo pronti a occupare a oltranza il reparto di pediatria.”   (cs)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy