EMERGENZA PEDIATRIA, SANTARELLI INVITA BEVILACQUA IN CONSIGLIO COMUNALE

Fabriano – Sospensione provvisoria e non chiusura di Pediatria sperando, quanto prima, che arrivino specialisti che possano coprire la turnazione necessaria per garantire il normale svolgimento delle attività nel reparto dell’ospedale Profili. Già il 6 maggio avevamo lanciato l’allarme circa la mancanza di medici nell’Unità Operativa della città della carta e il momento della resa dei conti è arrivato. Per mesi la situazione è stata tamponata dai colleghi di Jesi e Senigallia, ma ora – in attesa del rientro in Italia del responsabile del reparto – la situazione è peggiorata e Punto nascita e Pediatria sono in sofferenza tanto che alcune attività potrebbero essere sospese. Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli, ha invitato il direttore di Area vasta 2, Maurizio Bevilacqua, a riferire nel prossimo consiglio comunale, il 7 giugno, a Palazzo del Podestà. “Ho scritto al direttore di venire a Fabriano – spiega – visto che in situazioni analoghe si è presentato, in altre città, proprio in consiglio comunale per fare il punto della situazione. E’ urgente risolvere questo problema della carenza cronica di personale visto che, oltretutto, stiamo andando verso l’estate e i pochi in servizio non riescono nemmeno ad andare in ferie”. Si attende una presa di posizione ufficiale da parte di Area vasta 2, dell’Asur e della Regione Marche.

Che succede in Pediatria?

Emergenza pediatri all’ospedale Profili di Fabriano: al momento uno è in servizio in pianta stabile, gli altri, per coprire tutti i turni giornalieri, arrivano direttamente dagli altri nosocomi dell’Area Vasta 2. Tutto ciò a seguito degli ordini di servizio emessi dal direttore di Dipartimento e grazie alla collaborazione volontaria instaurata tra le strutture della provincia di Ancona che permettono, non senza difficoltà, lo svolgimento della normale attività nel reparto dell’ospedale della città della carta. Il problema, però, va avanti da tempo: servono medici specialisti in Pediatria fissi al Profili, senza dover ricorrere ai “prestiti” da Jesi o Senigallia, ad esempio, ma le graduatorie sono state evase tutte e non ci sono profili disponibili a prendere servizio a Fabriano. Gli uffici competenti stanno affannosamente cercando anche fuori regioni pediatri da assumere, ma senza risultato. Negli ultimi anni l’elevato turnover e la carenza oggettiva di dirigenti medici della disciplina hanno creato il vuoto della graduatoria. Quei pochi che c’erano, poi, a Fabriano hanno preferito strutture lungo la costa o più vicino a casa. Non ci sono state procedure di reclutamento che hanno dato esito positivo, nemmeno l’ultimo concorso che si è svolto poco meno di un anno fa. Ci si appella, quindi, ai pediatri delle Marche e non solo affinchè arrivino specialisti a Fabriano. Al dottore assunto a tempo indeterminato in Pediatria, infatti, ne andrebbero affiancati almeno altri due o tre per poter mandare avanti il reparto situato al secondo piano della struttura, senza il bisogno di ricorrere ai colleghi degli altri ospedali che devono fare chilometri e chilometri per il mantenimento del servizio. Un problema, quello della Pediatria, che è peggiorato nell’ultimo anno e che necessita di un intervento urgente per far dormire sonni tranquilli non solo al personale in servizio, ma anche a tutti gli utenti che si affidano all’ospedale Profili, da sempre punto di riferimento dell’entroterra. Alcune settimane fa anche il sindaco della città, Gabriele Santarelli, aveva effettuato sopralluogo nei reparti dell’ospedale e aveva lanciato il problema della carenza di personale in diverse Unità Operative.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy