LADRI IN DUE CONCESSIONARIE DI FABRIANO IN UNA SETTIMANA

I ladri, nell’arco di una settimana, sono tornati in azione, per la seconda volta, in una concessionaria. L’ultimo episodio è accaduto mercoledì notte 31 gennaio, poco dopo le 2,30 presso Autoleader, in via Pascoli, vicino alla stazione ferroviaria. Grazie al metronotte in servizio che, proprio in quei momenti, stava transitando in zona, la banda è stata vista ed è dovuta scappare ed è stata inseguita dai carabinieri. Il sospetto è che avevano pianificato un altro colpo nel Fabrianese. Tutto è successo in pochi minuti. Ignoti si sono introdotti all’interno della struttura dopo aver disattivato l’allarme sonoro, ma non le telecamere che hanno immortalato la scena. Hanno rotto la vetrata posteriore e, una volta dentro, hanno forzato una cassettiera in ferro situata al piano terra e asportato circa 200 euro tra banconote e monete. Poi, non riuscendo a portare via nessuna macchina, sono fuggiti. Il piano, però, è andato male perchè proprio nei secondi in cui la banda ha messo in moto il furgone Fiat Doblò per andarsene, un addetto della vigilanza notturna che transitava nella via, ha visto qualcosa di sospetto e ha dato l’allarme contattando le forze dell’ordine. Sul posto si sono precipitati i carabinieri della compagnia di Fabriano che hanno disposto alcuni posti di blocco nel comprensorio e pattugliato la zona nella speranza di riuscire a bloccare la loro fuga. Nell’arco di poco tempo i militari del Nucleo operativo e radiomobile hanno intercettato il furgone sospetto che procedeva verso la periferia della città. La banda si è resa subito conto di avere i carabinieri alle calcagna e il conducente del furgone ha iniziato ad accelerare. E’ iniziata una fuga durata più di un chilometro fin quando le tre persone a brodo, in prossimità di via Martiri delle Foibe Istriane, hanno abbandonato il mezzo e sono scomparsi tra la vegetazione. Dei ladri, visto il buio, nessuna traccia. I carabinieri hanno ritrovato, al’interno del Doblò, gli arnesi da scasso e circa 100 euro in monete. Indagini in corso. (Immagine di repertorio)

Il furto di mercoledì notte, con danni per diverse migliaia di euro, è il secondo colpo a un’attività commerciale nell’ultima settimana. Giovedì scorso 25 gennaio, infatti, i ladri sono riusciti a rubare due auto presso la concessionaria Peugeot nella zona industriale di Marischio. I malviventi hanno sfondato la recinzione metallica per poter fuggire con le auto. Hanno posizionato delle pedane provvisorie per scavalcare il muretto alto circa 60 centimetri in cemento armato, poi hanno forzato le auto, due Peugeot 307 di due clienti di Fabriano che l’avevano portate in riparazione, e sono partiti. Sul più bello, però, si sono dovuti arrendere. I ladri, infatti, nell’atto di scavalcare la recinzione, non si sono accorti che uno dei due mezzi ha “toccato” pesantemente il muretto e si è danneggiato il serbatoio del carburante. Una delle due auto è stata ritrovata a Genga.

Arriva il controllo elettronico in città attraverso le telecamere di nuova generazione che documentano le infrazioni al Codice della Strada e il transito di auto rubate. Anche Fabriano, nei prossimi mesi, potrebbe installare un nuovo impianto di videosorveglianza per aumentare il livello di sicurezza in un comprensorio che molto spesso ha a che fare con reati predatori. Prevede 16 telecamere nelle principali strade di accesso e su alcuni semafori e l’attivazione della fibra ottica consentirà subito l’invio automatico di segnalazioni soprannominate “alert” di veicoli sospetti alle forze dell’ordine.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy