COMUNALI, DIMISSIONI DI MASSA SE CHIUDE OSTETRICIA – LA PROPOSTA DI BIONDI (DC)

Pronti a fare battaglia nel caso di depotenziamento del punto nascita dell’ospedale Profili di Fabriano. La presa di posizione è di Claudio Biondi, Democrazia Cristiana, poche ore dopo la conferma che Vincenzo Scattolini è il candidato sindaco del centro destra, appoggiato dalla Dc, da Lega Nord e Fratelli d’Italia. Biondi spiega che il punto nascita a Fabriano va salvato a qualsiasi costo e annuncia che tutti i candidati consiglieri del centro destra e il candidato sindaco Scattolini dovranno sottoscrivere un accordo prima delle elezioni. In sintesi: dimissioni di massa in caso di chiusura della sala parto, senza se, senza ma. “Se un Consiglio Comunale – dichiara Biondi – non è in grado di ottenere questa salvaguardia, che cosa sta a fare ? A scaldare le sedie? La sopravvivenza senza scadenza a termine è richiesta da tutti i  Fabrianesi, di qualsiasi colore politico. Se il Sindaco e tutti i Consiglieri eletti e non, sono espressione della volontà dei cittadini, le dimissioni sono quanto mai obbligatorie. Come Democrazia Cristiana chiediamo questo con forza e determinazione. Basta con le promesse è l’ora dei fatti. Questo accordo – conclude – ci auguriamo che venga sottoscritto anche da tutte le forze politiche che si presenteranno alle elezioni prossime”.

m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy