A RISCHIO PRIMATO TURISMO STRANIERO MARCHE

Tra gennaio e agosto 2016 i viaggiatori stranieri nelle Marche sono stati 945 mila, quasi il doppio dell’anno precedente (546 mila), il miglior risultato degli ultimi 5 anni. Emerge da un’analisi della Coldiretti su dati della Banca d’Italia. Se il trend dovesse proseguire, il 2016 potrebbe diventare un anno da record ma il primato è messo a serio rischio dal terremoto. Le scosse hanno determinato una vera e propria fuga di turisti, disdette delle prenotazioni, presenze praticamente azzerate e previsioni “disastrose”, sostiene Coldiretti, in vista delle festività natalizie. Nel versante marchigiano colpito dal sisma sono attivi circa 180 agriturismi. La maggior parte, 120, si trova in provincia di Macerata, mentre una trentina di strutture a testa sono nelle province di Ascoli Piceno e Fermo. Proprio gli agriturismi rappresentano il fulcro dell’attività ricettiva in queste zone, assieme a BeB e alberghi. Ma la psicosi da terremoto minaccia di incidere anche sulle zone in realtà sicure. (Ansa)

SOPRALLUOGHI A FABRIANO, CE NE SONO DA FARE ANCORA 1800

Alla data odierna le richieste di sopralluogo sono arrivate  a n. 2514 ad oggi ne sono state evase n. 710. Visto che i nostri tecnici comunali abilitati ad effettuare le schede AeDES sono richiesti dalla Protezione Civile  anche per le verifiche di agibilità  in altri Comuni, il Comune di Fabriano ha richiesto alla Dicomac di Macerata  ( Direzione di Comando e Controllo della Protezione Civile) l’abilitazione di altri tecnici comunali  ad effettuare una nuova procedura con scheda Fast (Fabbricati per l’agibilità sintetica post-terremoto) al fine di  velocizzare i controlli sugli edifici privati nel territorio fabrianese. Ad oggi sono state emesse n. 108 ordinanze di sgombero che riguardano 240 famiglie per un totale di  594 persone. Lunedì il sindaco incontrerà i dirigenti degli istituti comprensivi per valutare l’andamento delle attività dopo la ripresa delle lezioni post sisma. Sarà anche presentato il preliminare del progetto per la nuova edificazione della scuola per l’infanzia Don Petruio.

m.a

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy