ATTIDIUM E LE FIRME PER IL RICONOSCIMENTO DEL FAI COME “LUOGO DEL CUORE”

L’area archeologica di Attidium, zona storica della frazione di Attiggio, sta attualmente puntando al riconoscimento da parte del Fondo Ambiente Italiano come una tra le zone più significative, selezionate e prescelte per ottenere dei nuovi finanziamenti grazie all’iniziativa del FAI “I luoghi del cuore”. Ne abbiamo parlato con la Capogruppo del FAI di Fabriano, appartenente alla Delegazione di Ancona, la Professoressa Rosella Quagliarini.

“L’obiettivo attuale è quello di arrivare a 3.000 firme, che ci permetteranno di entrare nella graduatoria per concorrere con le altre realtà ai fini di ottenere l’eventuale finanziamento a seguito della valutazione da parte di chi di competenza del progetto che presenteremo. Attualmente siamo arrivati a circa 1.300 firme, numero però in costante aumento vista la grande partecipazione non solo dei soci del Comitato, ma anche delle scuole, del corpo docente e dei tantissimi giovani, verso i quali personalmente ripongo sempre molta speranza, non solo per mia propria caratteristica, visto il passato da docente, ma proprio per la loro indole morbida e malleabile alla sensibilizzazione verso questi temi”.

Si può sostenere questa candidatura compilando e firmando gli appositi moduli disponibili in Comune, presso la sede del FAI, alla Libreria Babele oppure direttamente online tramite il sito del FAI. “Noi siamo sempre operativi e propositivi e siamo già pronti per riaprire in primavera, pieni di nuove iniziative per le ormai consuete giornate del FAI”, conclude Rosella Quagliarini, ricordando l’impegno costante di questa Associazione, per contribuire alla nobile causa della quale c’è tempo fino al 30 Novembre, una firma che vale tantissimo per la nostra limitrofa realtà archeologica di Attidium.

Paola Rotolo

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy