SALDI A FABRIANO, ARRIVANO CLIENTI DALLA VALLESINA

Sono iniziati sabato i  saldi nelle Marche e anche ieri, nella città della carta, negozi aperti pure di domenica. Il via con percentuali di ribasso che oscilleranno tra il 30 e il 40 per cento per arrivare, entro il primo settembre, metà prezzo. Dopo il maltempo delle ultime settimane che ha portato pioggia frequente sul comprensorio fabrianese, è finalmente arrivato il bel tempo meteorologico e inizierà a sorridere anche il registratore di cassa. I saldi, da sempre, sono una bella occasione per portarsi a casa qualcosa di bello o di utile che, causa spese improvvise o risparmi forzati, non è stato acquistato nei mesi precedenti. A disposizione della clientela novanta giorni di tempo. <Siamo pronti – ha detto Mauro Bartolozzi, presidente Confcommercio Fabriano – per questo periodo per noi molto importante. Nei negozi della città si troveranno prodotti di qualità e non fondi di magazzino>. Bartolozzi è ottimista perchè i saldi < arrivano dopo il successo del 2015, dove abbiamo registrato un aumento di fiducia da parte dei consumatori. L’obiettivo è quello di ripetere il buon andamento dell’anno passato quando c’è stata un’inversione di rotta con il ritorno a Fabriano di clienti provenienti dalla Vallesina, da Matelica e anche dall’Umbria>. Le associazioni in difesa dei consumatori ricordano di stare attenti alle truffe. Bisogna sempre conservare lo scontrino: non è vero che i capi in svendita non si possono sostituire. <Il negoziante – scrive Codacons – è obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Se il cambio non è possibile si ha diritto alla restituzione dei soldi>.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy