MONDIALE DI ENDURO A FABRIANO, A LAVORO IN ATTESA DELL’EVENTO

Sui disagi sottolineati da alcuni ciclisti e pedoni per la chiusura della pista ciclabile nella cittadella dello sport, Giovanni Balducci, responsabile dell’organizzazione del MotoMondiale, precisa che “l’interruzione è solo momentanea e che, una volta sistemata l’area riservata al Gran Premio d’Italia Enduro, sarà perimetrata per lasciare a disposizione dei fabrianesi un’ampia porzione dello spazio. Solo due giorni prima del mondiale quando piloti e team arriveranno, l’area sarà chiusa alle passeggiate”. Poi, mentre sulla carenza di comunicazione fa notare che “non si è data importanza ai tre cartelli specifici sulla temporaneità dei lavori affissi sulla pista” coglie al volo l’opportunità per sottolineare che “il Motoclub Artiglio di Attiggio, incaricato dalla Federazione Internazionale Moto di organizzare il GP che vale come 7^ prova del motomondiale Enduro 2016, si è impegnato formalmente non solo a ripristinare il manto erboso con lavori di fresatura e di semina ma non esclude di migliorare l’ambiente piantumando essenze ed arbusti”. Intanto in parallelo ai lavori tecnici sulla pista e nella cittadella dello sport, anche la Fabriano ricettiva sta lavorando sodo. Merito del Centro Unico di Prenotazione che ha aggregato strutture ed offerte. Dati alla mano, svela che solo per i piloti e i loro team sono stati riservati gran parte dei posti letto a disposizione. Quanto ai fans e visitatori, per una prima stima si dovrà ovviamente aspettare la prima settimana di luglio. Infine, dal punto di vista dei media, Fabriano fa man bassa di presenze. Tutte le tv hanno prenotato immagini e i big del giornalismo moto stanno chiedendo l’accredito. Pesa – e anche molto – il fatto che nella città della carta sarà presentato ufficialmente il MotoMondiale Enduro 2017. A proposito del Gran Premio d’Italia Enduro Fabriano…
si svolge dal 15 al 17 luglio; il tracciato è stato studiato nei minimi dettagli dal Moto Club Artiglio di Attiggio e si snoda a Sud Ovest della città della carta, nel triangolo Fabriano, pendici del Monte Fano e del Monte Vernale; in accordo con la FIM, si tratta di 3 giri di circa 55 chilometri per ogni giornata; sul percorso un centinaio di piloti provenienti da 20 nazioni gareggeranno in 6 categorie (Enduro GP, E1, E2, E3, Enduro J Junior, Enduro Y Youth);
tre le prove cronometrate: Enduro Test, Cross Test, Xtreme Test e il Supertest del venerdì sera vicino al Palasport Giuliano Guerrieri; tre i giudici: Pedro Mariano, direttore di gara, Maurizio Micheluz, ispettore del percorso della FIM, e Marcello Catena, direttore di corsa. L’intero paddock dell’Enduro Gp sarà concentrato al PalaGuerrieri dove il pubblico potrà incontrare campioni e team; previsto il Foro del Gusto per brunch, finger food ed happy hour rigorosamente con prodotti nostrani. L’evento gode del patrocinio della Regione Marche e del Comune di Fabriano.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy