News

GIACOMO BRANDI VERSO I MONDIALI

Giacomo Brandi, a 17 anni, ha già conquistato molti successi. L’atletica ce l’ha nel cuore e il tanto tempo dedicato agli allenamenti con Sport Atletica Fermo ha dato i suoi frutti. Recentemente ha disputato il Campionato italiano della 20 chilometri di marcia e il giovane fabrianese si è fatto notare da tutti per la sua prestazione record che gli ha permesso di portarsi a casa due medaglie. A Cassino, nel Lazio, ha sbaragliato la concorrenza al suo esordio sulla distanza. Una gara cronometrica da debuttante l’ha fatto diventare il quarto junior di sempre in Italia. L’atleta allenato da Carlo Mattioli ha tagliato il traguardo con il record di 1 ora, 27 minuti e 2 secondi. Ha conquistato il suo secondo titolo nazionale della stagione agonistica dopo quello dei 5mila metri al coperto, il quinto in carriera. “E’ stata una gara impegnativa – ha detto Giacomo – ed ero abbastanza sotto pressione in quanto quella disputata in Ciociaria era la mia prima volta sui 20 chilometri. Poi la gara si è rivelata piuttosto facile e la distanza si accorciava sempre di più. Ho fatto una mia progressione di cui sono molto orgoglioso: ho percorso i primi 10 chilometri in 43 minuti e 59 secondi e gli ultimi 10 in 43 minuti e 3 secondi”. Giacomo analizza la gara e non nega nemmeno l’errore finale. “Purtroppo ho sbagliato la linea del traguardo – ha confidato – e mi sono fermato erroneamente 10 metri prima perdendo qualche secondo importante ma non importa. E’ andata bene lo stesso! Ho partecipato alla quarta prestazione all-time per la mia categoria e non me l’aspettavo proprio”. Dopo i festeggiamenti pasquali si torna in campo per gli allenamenti. Sono tanti gli impegni e i progetti futuri per il giovane della città della carta che indossa la divisa dello Sport Atletica Fermo. “Ora puntiamo alla Coppa del mondo di Roma dove “giocheremo” in casa ma bisogna sempre prepararsi bene. Previsto anche un test fondamentale a Podebrady, in Repubblica Ceca. Poi l’appuntamento più atteso ai campionati mondiali in Polonia”. Soddisfazione è stata espressa anche a Fabriano che ha applaudito un altro giovane sportivo che tiene alto il nome della sua città e delle Marche in tutta la penisola.