LA MANOVRA ECONOMICA APPESA ALLA SOSPENSIVA

La giunta Sagramola a lavoro per il bilancio di previsione 2016 dopo la sentenza della Corte d’Appello che ha condannato il Comune a un risarcimento di quasi 2 milioni di euro. Domani è prevista l’udienza per la richiesta di sospensiva del pagamento. “Il bilancio è pronto – ha detto il vicesindaco Angelo Tini – perché abbiamo le idee chiare sul tipo di amministrazione che vogliamo continuare a mettere in pratica. Stavolta faremo prima il consuntivo, poi il preventivo, cosicchè potremo applicare l’avanzo di amministrazione 2015, anziché aspettare giugno o settembre. Un modo per avere delle risorse a disposizione. Ora attendiamo l’udienza e speriamo che la richiesta di sospensiva venga accettata”. In caso di versamento dei 2 milioni di euro in un’unica rata si dovrebbe procedere con il taglio dei servizi e, per questo motivo, sindaco e giunta non escludono dimissioni. Preoccupati anche i cittadini.