PARTI CESAREI, PERCENTUALI A CONFRONTO AL SALESI E AL PROFILI

L’ospedale materno-infantile Salesi di Ancona “è pronto ad accogliere le mamme e i bambini provenienti da Osimo”, il cui punto nascita è stato chiuso dopo che il Consiglio di Stato ha respinto una richiesta di sospensiva presentata dal Comune. Lo ha detto il direttore generale dell’Azienda Ospadali Riuniti di Ancona Michele Caporossi, durante la presentazione del progetto del nuovo Salesi, che sorgerà nell’area del complesso di Torrette, Cappriossi ha stimato che la chiusura del punto nascita di Osimo produrrà “un aumento di 400-500 nascite” per la struttura anconetana. Struttura – ha sottolineato -, dove “si fanno troppi parti cesarei: il 35%, rispetto allo standard nazionale che è sotto il 25%”. Per altro “anche a Osimo se ne facevano troppi, il 29%. Lavoreremo per incrementare i parti naturali, perché la nascita è un evento naturale”. (Ansa)

E A FABRIANO…

Anche negli ultimi giorni diverse madri che sono state seguite durante tutta la gravidanza al Profili hanno comunicato di aver scelto l’ospedale di Branca, in Umbria, per il lieto evento. Nel 2015 a Fabriano sono stati effettuati 387 parti di cui due gemellari. Di questi il 74% (285) sono stati parti naturali e il 26% (102) sono tagli cesarei. “Il dato interessante – spiegano dal reparto di Ostetricia – riguarda le donne che sono ricorse al primo taglio cesareo: sono solo il 13% (56 donne); 46 quelle che hanno partorito per la seconda o terza volta”. 11 i bambini appena nati che sono stati trasferiti al Salesi. Il 68% delle donne che hanno scelto il punto nascita del Profili risiedono nei comuni dell’Area Vasta 2. Il 32% risiede altrove: 10 fuori regione; 33 fuori Provincia di Ancona; 80 nelle altre Province. Nel 1990 sono nati 297 bambini; nel 1995, invece, 334; 360 nel 2000. Dal 2006 al 2010 si è superata la soglia minima dei 500 parti con il record di 540 nascite nel 2008. Poi il crollo, complice la crisi industriale, fino ai 387 del 2015. Il Profili registra parti gemellari ogni anno: 10 nel 2008 e 9 nel 2009. Ora si attende notizie circa il futuro della struttura.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy