CAMERA COMMERCIO DI FABRIANO, DA SETTEMBRE MANCA UN DIPENDENTE

E’ da settembre 2015 che la Camera di Commercio di Fabriano, composta di due unità, aspetta il sostituto di una dipendente andata in aspettativa per maternità. Questo crea non pochi problemi agli imprenditori locali che per esportare le merci debbono richiedere il Certificato d’Origine che rilascia appunto questo ufficio. C’è rimasta quindi una impiegata che svolge l’intero lavora, ma quando si ammala o prende le ferie o permessi, bisogna andare a Jesi o in Ancona in quanto l’ufficio rimane chiuso. E’ facile capire le problematiche che crea questo disservizio. L’Amministrazione Comunale e per conto l’Assessore alle Attività Produttive, che cosa aspetta per richiedere questo sostituto? C’è stato questo interessamento? Assolutissimamente no! Quando si tratta di aumentare le tasse sono insuperabili, ma quando si tratta di difendere gli interessi dei propri Cittadini e far valere le proprie ragioni, non li trovi mai. In effetti se vogliamo andare a verificare il tempo che questi nostri Amministratori dedicano a noi Cittadini c’è da rimanere allibiti! Nell’anno 2015 si sono incontrati in Giunta solamente 54 volte e qualche Assessore ha fatto più di 40% di assenze. Questi dati parlano da soli. Che cosa ci possiamo aspettare da questi Amministratori che tutto pensano meno agli interessi di noi Cittadini? Sono stati eletti per fare il bene dell’intera comunità, di fatto come vediamo fanno il contrario. A tal proposito ci farebbe piacere conoscere l’opinione del Presidente del Consiglio Renzi molto attento agli assenteisti e quali provvedimenti si dovrebbero prendere. Ed inoltre non sono in grado di farsi valere e rispettare. Da Fabriano arrivano allo Stato una enorme quantità di soldi per tasse e IVA che pagano le Aziende locali. Di fatto tra le prime dieci aziende marchigiane per fatturato ci sono addirittura l’Indesit al primo posto, l’Ariston al secondo e poi Le Cartiere Fedrigoni e l’Elica, quindi di soldi da Fabriano ne arrivano e ne arrivano tanti e questo bisogna farlo valere, per cui non ci si può accontentare dopo mesi e mesi di una sostituzione che avverrà solamente per un giorno. Il Presidente Cataldi della Camera di Commercio di Ancona non può trattare Fabriano in questo modo, proprio Lui che viene dal mondo imprenditoriale e che quindi conosce bene l’importanza di tale ufficio. Purtroppo abbiamo degli Amministratori come vediamo ogni giorno, che non sono all’altezza della situazione, non si fanno sentire dalle Istituzioni e non vengono minimamente considerati. Lo abbiamo visto come è andata con il Tribunale, con l’Officina delle Ferrovie, con i tagli da parte della Regione per il territorio così come per il sociale e auguriamoci che non ci chiudano anche il punto nascita. Non ci sono i soldi ripetono ogni giorno, ma hanno mai chiesto, si sono mai interessati, ai finanziamenti Europei? Mai! Con questi Amministratori il futuro per Fabriano sarà sempre più buio.

Claudio Biondi – Democrazia Cristiana

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy