A SASSOFERRATO PRESENTAZIONE START-UP HAPPENNINES

Maggiore visibilità e funzionalità per le strutture museali sassoferratesi. A partire dal 1° gennaio scorso il Comune ha affidato in gestione alla Happennines Società Cooperativa, che ha sede nella cittadina sentinate, l’attività dell’Ufficio IAT (Informazione e Accoglienza Turistica) e dei musei civico archeologico e delle arti e tradizioni popolari, della civica raccolta d’arte, della galleria civica d’arte contemporanea – Mam’s, della raccolta incisori marchigiani e del parco archeologico di Sentinum. In carico al nuovo gestore, per i prossimi sei anni, anche l’attività di marketing turistico territoriale, l’organizzazione, lo sviluppo e la gestione locale del sistema turistico, la promozione di eventi culturali e di laboratori didattici, iniziative finalizzate all’animazione turistica e alla sensibilizzazione della cittadinanza. Una nutrita serie di attività, dunque, che saranno illustrate in dettaglio nel corso di un convegno, promosso dalla Happennines Società Cooperativa con il patrocinio del Comune, che si terrà nell’auditorium di Palazzo degli Scalzi (piazza Gramsci, 1) sabato 23 gennaio alle ore 16,30.

Durante il convegno si parlerà anche delle nuove prospettive turistico-ricettive del territorio montano. Alla manifestazione prenderanno parte, in qualità di relatori, il sindaco di Sassoferrato, Ugo Pesciarelli, l’assessore alla cultura, Lorena Varani, il project manager di CultLab (Incubatore di imprese culturali creative, ideato dalle Università di Macerata e Urbino e da Meccano spa), Giorgio Mangani, ed i componenti della start up Happennines, ovvero Gabriele Costantini (legale rappresentante), Marco Caverni, Sara Paolucci e Giorgia Rinaldi. «Proprio perché convinti della necessità di dover valorizzare al massimo il cospicuo patrimonio storico-artistico-paesaggistico del nostro territorio, sia per dare impulso al turismo, sia per creare condizioni di opportunità di lavoro per i giovani – spiega il sindaco Pesciarelli – abbiamo accolto con favore il progetto presentato dalla Happennines, una società cooperativa composta da giovani qualificati nel settore economico-culturale. Oltretutto – aggiunge il primo cittadino – tale progetto è risultato tra i vincitori di un bando pubblico regionale indetto da CultLab, promosso e finanziato dai GAL delle Marche».

cs