COLTIVAVA CANNABIS IN CASA, ARRESTATO DAI CARABINIERI

Il fiuto attento dell’unità cinofila non ha lasciato scampo ad un 49 enne di Cupramontana che è stato arrestato perchè aveva allestito in casa una serra per la coltivazione di cannabis. I militari, insospettiti dallo strano giro di persone intorno l’abitazione, hanno perquisito la casa di D.F.G. ed hanno scoperto un laboratorio artigianale per la coltivazione e detenzione di 7 kg di marijuana che sono stati sequestrati. Per sfuggire ai controlli aveva nascosto la merce in diversi contenitori di vetro. Ora si indaga per risalire agli acquirenti che si rifornivano tra le contrade Tufi e Posserra. Il blitz è stato effettuato dai Carabinieri della stazione di Cupramontana nell’ambito delle attività tese a contrastare il fenomeno dello spaccio di droga. Tutto è partito da una serie di controlli dell’Arma. Nelle due contrade in questione, infatti, da tempo si osservava uno strano movimento di persone. Inizialmente, stando al racconto di alcuni testimoni, il tutto sembrava riconducibile alla presenza in zona di un soggetto che realizzava tatuaggi. Dagli accertamenti dei militari, però, é emerso che i frequentatori della zona erano soggetti già noti alle forze dell’ordine in quanto assuntori di sostanze stupefacenti. E’ così scattata una perquisizione nella casa del 49enne – già conosciuto per i suoi trascorsi e che altrove svolgeva l’attività di tatuatore – che ha permesso di scoprire una vera e propria serra, con tanto di lampade alogene, allestita in una stanza nella quale erano in coltura più di dieci piante di cannabis. In un’altra stanza vi erano, invece, circa quattro chili di rami ed infiorescenze di cannabis già raccolti e in essiccazione. Con i cani antidroga è stato poi possibile rinvenire e sequestrare altri 2,8 chilogrammi di marijuana che erano stati sigillati ermeticamente in confezioni di cellophane. I Carabinieri della Stazione l’hanno scoperti in una serie di barattoli di vetro nascosti nell’appartamento. L’uomo, così, sperava di riuscire a sottrarli ad un eventuale controllo. Marijuana ed infiorescenze sono state sequestrate e D.F.G. è stato messo agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo che si dovrebbe tenere oggi. Sono in corso ulteriori accertamenti per identificare gli acquirenti e per verificare se all’interno dell’abitazione venisse effettivamente svolta anche l’attività abusiva di tatuatore. Un caso analogo tre settimane fa a Sassoferrato. I militari arrestarono un giovane residente a Maiolati, a 4 km da Cupramontana, per coltivazione di cannabis in un campo vicino al suo laboratorio.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy