ROBERTO BENIGNI AD APIRO

“In verità l’Italia oggi ha un nocchiero, ma non sappiamo dove ci porta. C’è ed è piuttosto forte, ha preso il posto di un altro nocchiero che non stava bene al timone”. Lo ha detto Roberto Benigni, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se ci sono similitudini tra l’Italia di oggi e quella descritta da Dante Alighieri nella famosa terzina del Sesto Canto del Purgatorio “ai serva Italia, di dolore ostello, nave sanza nocchiero in gran tempesta”. Per Benigni, Dante, in questo passaggio “non solo è attualissimo, è addirittura premonitore”. Il premio Oscar ha trascorso il week end ad Apiro per un convegno di dantisti dedicato proprio al ‘Dante di Benigni’.

“Scelgo il Paradiso per il clima, l’Inferno per la compagnia”. Roberto Benigni ha usato un celebre aforisma per rispondere ai giornalisti che gli chiedevano quale fosse la sua parte preferita della Divina Commedia, a margine del convegno internazionale “Il Dante di Benigni” ad Apiro che si è svolto ieri. L’artista è stato un po’ più incerto su chi, tra le personalità di oggi, metterebbe in Paradiso, al purgatorio o all’inferno. “Papa Francesco di sicuro in paradiso… Io? All’Inferno mi piace, appunto, la compagnia, se non capiti in certi gironi tremendi. Pensate ad esempio, stare con Paolo e Francesca o con Ulisse. Oppure nel Purgatorio, dove pure si è messo Dante…”. (Ansa) Ad Apiro anche Laura Boldrini che ha concluso il suo tour nelle Marche.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy