CAOS A PALAZZO CHIAVELLI, ROSSI ATTACCA PARIANO

Durante la prima parte dei lavori in consiglio comunale a Fabriano, il Presidente Pariano ha espulso due signore dopo che hanno applaudito il discorso del consigliere Emanuele Rossi (Sel) su crisi e lavoro nel comprensorio. L’opposizione ha lasciato l’aula. Dopo una sospensione chiesta dal sindaco Sagramola – per mancanza del numero legale – i lavori sono ripresi alle ore 19 con la maggioranza presente e l’opposizione che è rientrata pian piano. Non sono mancate polemiche al rientro in aula. Critico il comitato Sveglia Fabrianesi. Poi si è discusso sulle dichiarazioni del presidente Pariano, in merito ai contributi agli stranieri e alla precedenza degli italiani che, di fatto, dà ancora una volta il via alla guerra dei poveri. All’attacco Emanuele Rossi che ha chiesto più spirito di collaborazione. “Se si perdono posti di lavoro – ha detto – è colpa della politica industriale degli ultimi venti anni e non dei migranti.” All’attacco l’opposizione che considera ‘incompatibile’ il ruolo ricoperto da Pariano. “Ho fatto – ha detto poco fa il Sindaco Giancarlo Sagramola – le mie rimostranze al presidente del consiglio sia sulla stampa che in questo luogo. Ho attivato, in accordo con la Prefettura, un progetto con un gruppo di persone richiedenti asilo politico. Tutti coloro che sono in difficoltà sono rispettati. Pariano, in quanto consigliere, può esprimere le sue idee. Intanto ha ritirato tutti gli atti in questione. Spetta alla maggioranza altre considerazioni.” Subito è arrivata la replica del presidente Pariano che ‘ chiede aiuti anche ai fabrianesi in difficoltà.” “Il sindaco – attacca Rossi – vuole evitare lo scontro istituzionale.”

in aggiornamento

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy