News

LA FIOM CHIEDE CERTEZZE A WHIRLPOOL. TAVOLO ENTRO L’ANNO

Si è svolto ieri, presso il ministero dello Sviluppo economico, l’incontro di verifica dell’accordo Indesit alla presenza delle Rsu aziendali, delle strutture territoriali e delle Segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm. All’incontro erano presenti il dottor Criscuolo per l’azienda e il dottor Castano per il Governo. L’incontro era stato chiesto sia per la verifica dell’accordo del 13 dicembre 2013, sia come primo momento di confronto e di coinvolgimento di tutti i soggetti firmatari rispetto alla novità data dalla acquisizione di Indesit da parte di Whirlpool. Per quanto riguarda gli investimenti l’azienda ha ribadito che sono in corso e che vengono confermati sia nella loro interezza che nell’arco temporale di attuazione previsto dall’accordo. «Oltre a ribadire la valenza dell’accordo, soprattutto per quanto riguarda il mantenimento dei livelli occupazioni e la loro garanzia tramite gli investimenti, abbiamo formalmente chiesto – spiega la Cgil – che il ministero si faccia garante di una convocazione, nel rispetto dei tempi di legge, di un incontro nel quale sia presente anche la Whirlpool. Infatti, come abbiamo sempre sostenuto durante tutto il corso della trattativa, e nonostante tutte le rassicurazioni fornite dall’attuale gruppo dirigente, il vero nodo è il confronto con chi diventerà a tutti gli effetti proprietario del pacchetto di maggioranza. Il ministero dello Sviluppo economico si è impegnato a promuovere una convocazione di un tavolo con la presenza di Whirlpool entro la fine del 2014. Qualora questo non fosse possibile, ci sarà una riconvocazione delle parti presenti all’incontro odierno non oltre il 15 dicembre 2014. Nel mese di ottobre saranno effettuate le assemblee in tutti gli stabilimenti Indesit da parte delle strutture nazionali delle organizzazioni sindacali.»