DA GIOTTO A GENTILE & IL BATTESIMO NELL’ARTE DI ANDREA. LA STORIA

Primi passi tra la bellezza! Il piccolo Andrea di 5 mesi oggi riceve in mostra il suo “battesimo nell’arte” dopo il battesimo a San Venanzio. Quando una mostra fa nascere un forte senso di orgoglio e appartenenza è ancora più successo. Una comunità locale che ritrova nella mostra un forte senso di identità e orgoglio per il suo patrimonio culturale. Sotto i riflettori c’è una storia che ha il respiro fabrianese ma anche internazionale. Valeria Talamelli fabrianese doc, dopo le superiori si iscrive all’Università a Pisa dove incontra Carlo Basile di origini calabresi. I due si innamorano e si sposano a Fabriano nella cattedrale di San Venanzio. Poi vanno a vivere e lavorare all’estero, tra Francia e Lussemburgo, entrambi con ruoli manageriali in grandi multinazionali. Arriva il primo bambino, Gabriele e qualche mese fa il secondo, Andrea. E proprio Andrea, appena 5 mesi, è, in questi giorni, la giovane “star” della mostra. Andrea Basile infatti nel pomeriggio di sabato 30 agosto è stato battezzato a San Venanzio e subito dopo, come regalo per il bimbo, la numerosa famiglia fabrianese di Valeria e il mega gruppo di amici e parenti in arrivo da tutta Italia, Valeria Talamelli ha pensato di prenotare la visita guidata per tutti (circa 40 persone) alla grande mostra. Il primo a varcare la soglia della Pinacoteca Molajoli è stato proprio Andrea al quale è stato consegnato una sorta di “attestato” di “Battesimo nell’Arte” in ricordo della sua prima visita in assoluto alla mostra più bella della sua città d’origine e un piccolo regalo simbolico, una t-shirt con l’immagine dell’opera del Maestro di Campodonico.

cs

 

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy