In evidenza

Scippo alla stazione di Fabriano, provvedimento del questore

Mano pesante del Questore Capocasa nei confronti di un soggetto comunitario residente da qualche anno nel comune di Fabriano denunciato per ricettazione. La misura scaturisce dallo scippo di cui è stato vittima, nello scorso mese di novembre, un fabrianese mentre era in attesa del treno all’interno della locale stazione ferroviaria. Più in particolare, il viaggiatore si vedeva, con una mossa repentina, strappare di dosso il proprio borsello da un uomo che, quindi, scappava all’esterno della stazione ferroviaria, in piazzale XX Settembre. Qui, ad attenderlo, trovava una auto pronta per la fuga alla cui guida vi era un complice. Gli attimi immediatamente successivi vedevano il derubato che, pericolosamente, si parava difronte il veicolo dei malviventi per impedirne la fuga rischiando, quindi, di essere investito. Il
veicolo faceva perdere le proprie tracce e le ricerche immediatamente attivate dai Poliziotti fabrianesi non davano esito. Tuttavia la successiva certosina attività investigativa sui sistemi pubblici e privati di videosorveglianza attivi sulla zona consentiva di risalire alla targa parziale dell’auto dei fuggitivi e, dalla successiva scrematura di quelle fabrianesi, ad un soggetto abitante in una frazione di Fabriano. Dopo alcune ore di appostamento, l’attività di polizia giudiziaria dava gli esiti sperati con la individuazione di due soggetti, successivamente denunciati alla A.G. per furto aggravato, indicavano il ricettatore dello smartphone rubato, consentendone in suo recupero e la restituzione
al denunciante. Il ricettatore, un cittadino comunitario 35enne da qualche anno residente nel fabrianese, viene raggiunto oggi dalla misura di prevenzione del D.Ac.Ur (divieto di accesso ad aree urbane) il cui provvedimento, istruito e definito dalla Divisione Anticrimine della Questura di Ancona, è stato firmato dal Questore Capocasa. In particolare, la misura vieta per un anno, l’accesso ed allo stazionamento nella stazione ferroviaria di Fabriano, nell’ area urbana circostante e nei tre esercizi di somministrazione di cibi e bevande lì attivi, del soggetto ricettatore in ragione della pericolosità dimostrata in occasione della commissione dello scippo (finalizzato alla vendita dello smartphone proprio a lui). L’unica eccezione sarà consentita per l’utilizzo del treno solo nella misura in cui sarà in possesso del titolo di viaggio e solo per i pochi minuti immediatamente precedenti l’arrivo del mezzo alla stazione fabrianese. La violazione del dispositivo del Questore Capocasa comporterà una pena particolarmente pesante: reclusione da sei mesi a due anni e multa da euro 8.000 ad euro 20.000.

Nota del Commissariato di Fabriano