Riaperto lo svincolo Fabriano Est, viabilità alternativa a Genga

di Marco Antonini

Fabriano – Dopo più di un mese di lavori alla pavimentazione lungo la SS 76, tra Fabriano e Borgo Tufico, ieri, domenica 29 novembre, è stato riaperto lo svincolo Fabriano Est. La chiusura, purtroppo, da metà ottobre, aveva creato una serie di criticità alla circolazione con traffico sostenuto a Rocchetta e Albacina dove erano stati deviati i mezzi invece che creare un senso unico alternato sulla direttrice Ancona-Perugia. Intanto da oggi iniziano i lavori allo svincolo di Gattuccio-Genga. (Qui le modifiche alla viabilità). “Fino al 21 dicembre resterà chiuso lo svincolo di Gattuccio sulla SS 76 in direzione Ancona per consentire i lavori di realizzazione della nuova rampa. Chi abita nelle frazioni di Castelletta, Valgiubola, San Pietro, Grotte potrà utilizzare la vecchia SS 76 uscendo a Borgo Tufico. Grazie alla collaborazione con il Comune di Genga è stato possibile ottenere questa soluzione per evitare i grossi disagi che ci sarebbero stati in caso di mancata riapertura della galleria di Trocchetti” dice il sindaco di Fabriano, Santarelli.

Le segnalazioni degli automobilisti – dal nostro archivio

Automobilisti sull’orlo di una crisi di nervi. Da settimane sono costretti a percorrere la vecchia strada che passa a Borgo Tufico per prendere la SS 76. Il motivo? Per effettuare una serie di lavori alla pavimentazione, dal chilometro 17,6 al 25,6, è stato chiuso lo svincolo Fabriano Est. La circolazione, quindi, si è trasferita, tutta, sia auto che mezzi pesanti, nella strada che si usava una volta, quando non c’era quella a doppia corsia fino alla galleria di Albacina. I tempi di percorrenza sono raddoppiati, nelle ore di punta triplicati. A peggiorare il traffico ci si mette, da sempre, anche due passaggi a livello (Rocchetta e Borgo Tufico) che restano chiusi un’eternità per permettere il passaggio dei treni regionali e Intercity della linea Ancona-Roma e dei regionali della Fabriano-Civitanova. Sia mattina che pomeriggio la fila delle auto arriva nella periferia della città della carta, lunga più di 1 chilometro e mezzo, con tanto di protesta sui social. Anas aveva cominciato l’avvio di una serie di lavori di ripristino della pavimentazione con alcune limitazioni provvisorie al transito. Il traffico in direzione Ancona è stato deviato sulla viabilità secondaria con uscita obbligatoria allo svincolo di Fabriano Est (km 17,600), percorrenza della ex SS76 in direzione Borgo Tufico e reimmissione sulla statale al km 25,600, a Trocchetti, prima di prendere la nuova galleria che porta a Genga. Secondo il cronoprogramma i lavori dovrebbero concludersi a breve. I pendolari si domandano perché non è stata studiata una soluzione alternativa, quella del senso unico alternato lungo la SS 76 visto che le corsie in direzione Fossato di Vico sono funzionanti.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy