News

Fabriano – 2.830 donazioni da gennaio a settembre all’Avis

Fabriano – Anche settembre, come nei mesi estivi, ancora buoni risultati per l’avis comunale: “Grazie, a tutti” il messaggio del consiglio direttivo che registra il sesto mese consecutivo di crescita”. 397 donazioni nel mese appena concluso. Da gennaio ad oggi 2830 in tutto.

“Noi di AVIS – spiegano dal Direttivo Avisino -abbiamo sempre ben presente, ogni giorno, ciò che dobbiamo e vogliamo fare, quello che per noi è un obiettivo ma anche un sogno: fare la nostra parte per una società più giusta e solidale, dove chi è in difficoltà non si senta solo ma al centro dell’abbraccio della sua comunità, del suo calore umano. Ogni giorno ci impegniamo con tutta la disponibilità e le capacità ma anche consapevoli dei nostri limiti, sperando di aver fatto del nostro meglio ma con la volontà di fare di più già dal giorno dopo. Operando ogni giorno con tale intensità si perde a volte la cognizione della realtà, dei risultati che stanno maturando, resta difficile rendersi conto di essere o meno nella giusta direzione. Poi, un giorno, ti fermi ad analizzare i numeri e ti accorgi che il mese appena concluso è stato quello con il maggior numero di donazioni nell’anno, in crescita di oltre il 10% rispetto al 2022, il sesto mese consecutivo di crescita rispetto all’anno precedente, soprattutto il miglior mese da Gennaio 2019. Si rimane senza fiato, l’unica frase che viene in mente è Grazie a Tutti”.

Viene sottolineato dal Consiglio Direttivo: “Grazie ai nostri donatori, sempre impagabili per impegno civile, che ancora una volta fanno della nostra Città, nel campo della solidarietà, un esempio da seguire e un target da raggiungere. Grazie ai non donatori, che in ogni occasione fanno a gara per sostenere in altri modi la nostra Associazione, per avere addosso il logo AVIS quando si esibiscono oppure gareggiano e testimoniare la vicinanza ai nostri valori, anche all’estero, e l’ultimo pensiero prima di partire è portare un drappo per una foto ricordo. Grazie ai giovani, soprattutto alle coppie di fidanzati, che vengono a iscriversi insieme, come pure insieme vanno per la prima donazione, per condividere un sogno comune e un progetto di vita. Grazie alle loro famiglie che hanno fatto respirare loro sin da piccoli un’atmosfera ricca di principi condivisi e altruisti. Grazie a tutto il Personale Sanitario che ogni volta sa mettere a proprio agio ogni persona che si presenta al Centro Trasfusionale con tutta l’umanità e disponibilità all’ascolto di cui sono capaci. Infine grazie a tutte le volontarie e i volontari che ogni giorno rispondono alle telefonate come tante “voci amiche” per informare, rassicurare e confortare tutti i donatori nostri come quelli delle AVIS vicine, rafforzando quanto di buono ci unisce e accomuna oltre che prenotare ogni singola donazione, ogni singolo messaggio di speranza che inviamo alla società. Ci riempite di orgoglio, siete lo stimolo migliore a continuare ad impegnarci”.