Torna il treno storico sulla Fabriano-Pergola per la notte di San Lorenzo

Fabriano – Tutto pronto per il treno degli innamorati, il treno storico che partirà domani sera dalla stazione centrale di Ancona e permetterà a coppie e non di trascorrere la notte di San Lorenzo nell’entroterra tra la città della carta e Pergola. E’ infatti prevista una nuova corsa, già sold-out da giorni, sulla ferrovia Subappenninica Italica. Per l’occasione i passeggeri, quasi 300, potranno degustare in treno cibo e vino della zona, visiteranno Pergola e il Museo dei Bronzi Dorati, ceneranno in un ristorante con piatti tipici e assisteranno ad un concerto sotto le stelle. La partenza alle 16:20 di Ancona, mentre un secondo gruppo salirà alla stazione di Fabriano alle 17:45; dopo la sosta intermedia a Sassoferrato si arriverà al capolinea, Pergola, dove il treno ripartirà in piena notte con fermata a Fabriano alle 1:20 e ad Ancona alle 2:30. Anche la prossima corsa, quella del 26 agosto (con visita anche alla miniera di Cabernardi), sarà in notturna come quella del 31 ottobre. Quelle del 24 settembre, 15 ottobre, 25 e 29 ottobre, invece, sono in orario diurno con partenza la mattina presto. Attualmente sono ancora disponibili alcuni biglietti per le date 25,29 e 31 ottobre. Poi in programma altre uscite per il ponte dell’Immacolata Concezione, dall’otto al dieci dicembre. La tratta da 31 chilometri, quindi, ha ripreso vita tra Fabriano e Pergola, grazie all’investimento della Regione e della Fondazione Fs e all’impegno di Criluma e di Viaggi del Gentile di Fabriano. Anche la notte di San Lorenzo, domani, sarà l’occasione per far conoscere ai turisti l’entroterra che cerca un riscatto. Ufficialmente si è voltato pagina il 13 giugno, giorno ufficiale della riattivazione della tratta dopo aver effettuato una serie di lavori, post alluvione 2022, che hanno portato alla sostituzione di 5 km di nuovo binario, 3.500 traverse e 8mila metri cubi di pietrisco per una spesa di 15,6 milioni di euro. Proseguono, intanto, lungo la tratta, i lavori di ripristino dei primi 5 passaggi a livello su 18, partendo da Fabriano.

Marco Antonini