In evidenza

Fabriano – Alternanza scuola-lavoro, presentato il progetto pilota Save the Apps

Fabriano – L’aula Magna dell’Istituto Industriale Statale Merloni gremita per la presentazione del progetto pilota valido come attività PCTO (ex Alternanza scuola lavoro), Save the Apps con la start-up Best of the Apps -Apennines Local Food. Presenti all’incontro per Best of the Apps Jonathan Strabbioli, Socio e Amministratore e Oualid Ed Danir Advertising Manager, per la Fondazione Aristide Merloni Francesco Fantini e Jessica Mingarelli, per l’IIS Merloni Miliani il Dirigente Scolastico Prof.ssa Manuela Morosin, il responsabile del Dipartimento di Informatica prof. Daniele Barbini e la referente del PCTO prof.ssa Barbara Pagnoncelli, per Confindustria Ancona il presidente vicario della Territoriale Fabrianese Federica Capriotti.

“Un progetto molto interessante – lo ha definito la prof.ssa Manuela Morosin – che valorizza il collegamento di un Istituto Tecnico come il nostro con il mondo produttivo. Questo progetto darà la possibilità ai ragazzi di svolgere il percorso di PCTO perfettamente contestualizzato rispetto alle loro competenze ma non solo: lavorando con una start-up giovane e dinamica come Best of The Apps, potranno affacciarsi al mondo dell’e-commerce passando da fruitori ad attori”. La dirigente ha poi sottolineato l’importanza del legame tra i giovani e il territorio, legame ripreso anche da Federica Capriotti, presidente vicario della territoriale Fabrianese di Confindustria Ancona: “Confindustria crede da sempre nel rapporto tra scuola e impresa e nel valore degli istituti tecnici per le aziende, e per questo ha scelto di essere partner di questa iniziativa. I ragazzi che oggi sono qui rappresentano il futuro delle aziende di questo territorio che sempre più avranno bisogno di risorse non solo qualificate ma anche motivate, che si mettano in gioco e che decidano di restare qui”.

“Best of the Apps è una realtà che è cresciuta moltissimo da quando è nata-ha affermato Jonathan Strabbioli – ma oggi vogliamo fare un ulteriore passo in avanti affidandoci ai più giovani. Vogliamo continuare a crescere anche attraverso di loro, la loro creatività e il loro contributo. Il futuro della nostra comunità verrà da questi ragazzi”. Fondamentale per best of The Apps, oltre al legame con Confindustria anche quello con la Fondazione Merloni per la quale è intervenuto Francesco Fantini. “E’ sempre un piacere per noi entrare nel mondo della scuola, la Fondazione è vicina ai giovani e a tutte quelle iniziative che aiutano a valorizzare il nostro territorio e le sue risorse”.

A concludere gli interventi in conferenza stampa la prof Barbara Pagnoncelli che ringraziando i professori Barbini, Binanti e Guerriero che saranno di supporto ai ragazzi, ha evidenziato l’importanza di questo progetto per portare all’attenzione della comunità il valore di un Istituto tecnico che da sempre sforna periti di altissimo livello. “I ragazzi impareranno attraverso questa esperienza anche a lavorare in gruppo e a sperimentare quelle competenze trasversali che saranno fondamentali per il loro futuro lavorativo e personale.

“Se si salva l’Appennino, si salva l’Italia”

Negli ultimi decenni, l’Appennino è andato incontro a un impoverimento sociale ed economico, ancora più evidente dopo il sisma del 2016. La Fondazione Aristide Merloni ha elaborato una serie di progetti che nascono dalle energie vitali ancora presenti sul territorio. Progetti che si avvalgono di un approccio innovativo, fondato sulle conoscenze digitali, sulle nuove tecnologie e sull’economia della condivisione.
Uno dei progetti di punta è Best of the Apps – Apennines Local Food. Nasce nel 2018 come progetto solidale, rivolto ai piccoli produttori di specialità gastronomiche dell’Appennino. Nel 2021 a fronte di una sua forte crescita diventa una vera e propria realtà commerciale implementando il proprio organico aziendale con nuove figure socio amministrative come l’imprenditore fabrianese Jonathan Strabbioli.
Best of the Apps – Apennines Local Food è un’infrastruttura digitale e una web App di ausilio alle attività agroalimentari, micro e piccole imprese dell’Appennino (Marche, Umbria, Lazio Abruzzo) con particolare riguardo alle aree colpite dal sisma. L’obiettivo è quello di incrementare tramite le varie piattaforme di vendita, la diffusione sui mercati Italiani e Europei dei prodotti di qualità dei nostri territori. Con il nuovo anno accrescono e si consolidano sempre di più con un + 300% rispetto al 2022 le vendite di Best Of The Apps.

La scuola, attenta alle esigenze del territorio, opera in partnership consolidata con il mondo produttivo e gli Enti di formazione e ricerca.
L’Istituto Merloni forma figure tecniche specializzate pronte ad un immediato inserimento nel mondo del lavoro, ma anche preparate ad affrontare qualsiasi carriera universitaria. La partecipazione a questo progetto pilota è significativa per avvicinare ancora di più la scuola al mondo dell’impresa e valorizzare la figura del perito tecnico, oggi molto ricercata nel locale tessuto produttivo. Grazie alla disponibilità della Dirigente Scolastica dell’IIS Merloni Miliani, Manuela Morosin, e sotto la supervisione della Prof.ssa Barbara Pagnoncelli, responsabile del PCTO (ex alternanza scuola-lavoro) è stato possibile avviare questo articolato progetto pilota. Best Of The Apps a fine corso metterà in “palio” la possibilità di implementare nella propria sede l’idea più innovativa. Il progetto verrà proposto alle classi 4AI, 4BI e 5AI indirizzo Informatica, l’attività si svolgerà indicativamente da febbraio a maggio in parte in orario curricolare, in parte con lavoro autonomo a casa e in parte presso la sede della Fondazione Aristide Merloni e Best Of the Apps.

I docenti di supporto alle classi saranno il Prof. Daniele Barbini, Responsabile del Dipartimento di Informatica, e il Prof. Alessandro Binanti docente di Informatica. I ragazzi saranno suddivisi in gruppi di lavoro, dovranno ideare e proporre soluzioni innovative volte a migliorare la visibilità e l’efficacia degli strumenti digitali di comunicazione e di vendita dei prodotti tipici e artigianali, a sostegno delle eccellenze del territorio appenninico. Dovranno studiare ed analizzare gli strumenti digitali attualmente utilizzati da Best of the Apps per la promozione e la vendita dei prodotti, la loro efficacia e/o gli eventuali punti deboli ed effettueranno una ricerca ed analisi di mercato nei vari settori per l’incremento delle vendite. Una volta terminato il percorso una commissione di esperti valuterà le proposte dei ragazzi premiando quella più innovativa e sostenibile, il progetto vincente verrà ritenuto sviluppabile dalla Best Of The Apps Fondazione Aristide Merloni e i ragazzi del gruppo verranno inseriti nell’organico lavorativo dell’azienda per concretizzare le loro idee.