Don Aldo Buonaiuto: “Ecco l’oratorio beato Carlo Acutis a San Nicolò”

Fabriano – Inaugurato e intitolato al beato Carlo Acutis l’oratorio della parrocchia di San Nicolò a Fabriano. Ieri pomeriggio il parroco, don Aldo Buonaiuto, ha organizzato una tavola rotonda alla quale hanno preso parte il presidente della Regione, Francesco Acquaroli, il prefetto della Provincia di Ancona, Darco Pellos, il magistrato e gip del Tribunale di Perugia Natalia Giubilei, il parroco della “Terra dei fuochi” don Maurizio Patriciello. “Un luogo formativo aperto a tutti e ispirato al santo dei Millennials. Oggi più che mai la presenza di validi punti di riferimento come gli oratori è fondamentale per sostenere la crescita sana dei giovani fornendo loro un contesto di aggregazione in cui campeggiano valori positivi” ha detto don Aldo Buonaiuto. I ragazzi, nel centro comunitario di via Sassi, quindi, saranno i protagonisti. “E’ un oratorio inclusivo – ha evidenziato il parroco – e per questo la parrocchia si è adoperata per restaurare il centro comunitario, la struttura di legno in via Sassi, che diverrà parte integrante del progetto”. Soddisfazione è stata espressa dal vescovo diocesano, monsignor Francesco Massara, che ha benedetto la struttura e dal governatore, Francesco Acquaroli, che ha ricordato l’importanza “di investire sempre di più nei giovani, in luoghi cosi, dove possono essereessere protetti e aiutati a vivere la socialità”. Ha detto il presule: “Apre a Fabriano un oratorio per i nostri ragazzi che sono non solo il nostro futuro, ma rappresentano anche il nostro presente. Questo – ha ribadito mons. Massara – è un luogo di incontro, di dialogo, di confronto, di crescita per le nuove generazioni che sono sempre nel cuore della nostra missione. Un grazie particolare va a don Aldo per questa intuizione: darà uno spazio in più per i nostri ragazzi e per le loro famiglie”.

Marco Antonini

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy