COVID-19, POSITIVI I MONACI DI SAN SILVESTRO DI FABRIANO

Fabriano – Il Covid-19 è entrato anche all’Eremo di San Silvestro a Fabriano. Positivi al Covid-19, gli undici monaci presenti. Al momento, sono tutti asintomatici, tranne uno che accusa qualche linea di febbre, ma non necessità di ricovero nell’immediato. Al momento le loro condizioni di salute non destano preoccupazione. Tutti i monaci sono sotto stretta sorveglianza da parte dei sanitari dell’Asur di Fabriano che, costantemente, li monitorano. Si sta ricostruendo la catena sanitaria per capire se sia necessario allertare qualche fedele che ha partecipato alla Messa nella cappella presente all’Eremo e, quindi, sottoporlo al test del tampone.

Cattedrale

Oggi, intorno alle ore 13, è arrivata in Cattedrale la salma di don Alfredo Zuccatosta, il parroco di San Venanzio deceduto sabato per colpa del Covid-19. Sono previste due veglie, nel rispetto della normativa vigente, una alle 18,30 di oggi, lunedì e una domani, alla stessa ora. Mercoledì, alle ore 11, le esequie presiedute dal vescovo emerito, Vecerrica.

Coronavirus

“Maggio sarà il mese delle riaperture”. Così ad Ancona la ministra degli Affari Regionali Mariastella Gelmini a margine di un incontro con gli eletti di Forza Italia nella sede dell’Assemblea legislativa delle Marche ad Ancona al quale seguirà un incontro con il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli e con il commissario alla ricostruzione per le zone del terremoto del 2016 e 2017, Giovanni Legnini. “Ad aprile – ha spiegato Gelmini all’Ansa – abbiamo utilizzato il poco di agibilità guadagnata con tanta fatica e tanti sacrifici da parte degli italiani, riaprendo le scuole e facendo ripartire i concorsi: dal 20 aprile – ha annunciato – ci sarà un punto in Consiglio dei ministri per valutare la possibilità, sulla base dei contagi e dell’andamento del piano vaccinale, di qualche segnale di apertura già da aprile; ma maggio sarà il mese della ripartenza: – ha sottolineato la ministra – quindi tutti i ministeri sono al lavoro, stanno costruendo i protocolli per poter ripartire”.

Sono appena 111 i positivi al covid rilevati nelle ultime 24 nelle Marche tra le nuove diagnosi, un numero basso, come sempre nei giorni post festivi, legato a quello dei tamponi analizzati, 1.810 secondo il Servizio Sanità della Regione: “955 nel percorso nuove diagnosi (di cui 413 nello screening con percorso Antigenico) e 855 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 11,6%)”. Dei 111 positivi, 55 sono in provincia di Ancona, 12 in quella di Macerata, 10 in quella di Pesaro Urbino, 18 in provincia di Ascoli Piceno 7 in quella di Fermo e 9 fuori regione. Questi casi comprendono soggetti sintomatici (22), contatti in setting domestico (25), contatti stretti di casi positivi (26), contatti in setting lavorativo (4), contatti in ambiente di vita/socialità (1), contatti rilevati in setting assistenziale (2), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (1), screening percorso sanitario (2). Per altri 28 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche. Su 4\3 test del Percorso Screening Antigenico sono stati “riscontrati 19 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari al 5%”.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy