UN PROGETTO DA 420MILA EURO PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL CENTRO STORICO

di Marco Antonini

Cerreto d’Esi – Un regalo sotto l’albero per i residenti di Cerreto d’Esi. Il sindaco, David Grillini, infatti, ha annunciato che l’ente comunale ha vinto un bando per risistemare il centro storico. Arriveranno 420mila euro che serviranno per dare nuova luce al cuore della piccola cittadina a confine tra le province di Ancona e Macerata. “Il Comune di Cerreto d’Esi beneficerà di un contributo derivante da un bando vinto, di ben 420.000 euro, per la progettazione della messa in sicurezza del centro storico. Con l’Ufficio tecnico abbiamo sviluppato un progetto di fattibilità che abbiamo già approvato in Giunta, per cui nei prossimi mesi provvederemo all’assegnazione dell’incarico” dice il primo cittadino. Nei giorni scorsi sono stati individuate 4 criticità principali sulle quali concentrare l’attenzione: Torre civica, Mura castellane, edifici crollati o prossimi al crollo, cavità sotterranee. “Un passaggio essenziale per la nostra città, uno studio approfondito su alcune problematiche mai progettate (studio delle grotte) e mai simultaneamente nella storia del nostro Comune. Pensate, in termini di sicurezza, l’importanza che può avere – dice Grillini – una mappatura delle cavità sotterranee di cui il nostro castello è particolarmente caratterizzato, per non parlare degli edifici fatiscenti e crollati che generano preoccupazioni”. Il Comune ha messo in programma la sistemazione della Torre civica e delle Mura castellane: “Sono, in alcuni tratti, in condizioni pessime essendo state restaurate alcuni decenni fa. Si tratta del primo passo verso la rivalutazione del centro storico, punto cardine per la nostra amministrazione per questioni storiche, di decoro, sicurezza e turistiche” conclude il sindaco. Sul bando da 420 mila euro vinto dal Comune è intervenuta anche Michela Bellomaria, vicesindaco: “E’ un contributo per la progettazione della messa in sicurezza del centro storico. Abbiamo già deliberato in giunta il piano di fattibilità. Finalmente – ha commentato – un concreto passo in avanti per il recupero del nostro castello”. La notizia è arrivata a pochi giorni dall’annuncio che entro il 2021 il primo tratto della Pedemontana, tra Fabriano e Cerreto d’Esi-Matelica verrà ultimato liberando la viabilità locale dal traffico che ha dovuto sopportare per troppi anni.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy