FABRIANO – MORTO L’ANZIANO RIMASTO USTIONATO NELL’INCENDIO

di Marco Antonini

Fabriano – Lutto in città. Non ce l’ha fatta L.B., l’anziano rimasto gravemente ustionato ieri nell’incendio scoppiato nella sua abitazione sita in via II vicolo Sant’Agata, nel centro di Fabriano. Il decesso è avvenuto questa mattina, 1 settembre, all’ospedale Profili dove era stato ricoverato d’urgenza. L’uomo, 81 anni, aveva riportato ustioni sul 90% del corpo e purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare. Nei prossimi giorni avranno luogo le sue esequie e la sepoltura. Intanto le indagini delle forze dell’ordine vanno avanti. La causa del rogo è ancora da stabilire con precisione, ma con molta probabilità ad innescare le fiamme potrebbe essere stato un corto circuito di un elettrodomestico.

Il fatto

Vigili del fuoco sono intervenuti ieri, 31 agosto, poco prima delle ore 13, nel centro storico di Fabriano, secondo vicolo Sant’Agata, per l’incendio di un appartamento. Un 81enne del posto è rimasta gravemente ustionato ed è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Profili. Ha riportato, purtroppo, ustioni in quasi tutto il corpo. I vigili del fuoco hanno provveduto a spegnere l’incendio e a mettere la zona in sicurezza. Presenti anche i Carabinieri e gli uomini della Polizia. L’appartamento è stato posto sotto sequestro su disposizione del magistrato di turno del tribunale di Ancona. A dare l’allarme è stata la badante, insieme ad un artigiano della zona, appena rientrata a casa. L’81enne era avvolto dalle fiamme, in stato di incoscienza, sulla poltrona. Entrambi sono riusciti a portarlo fuori per cercare di salvargli la vita. Sempre ieri i vigili del fuoco di Fabriano sono intervenuti anche a Viacce per spegnere un principio di incendio che si era sviluppato all’interno di una struttura adibita a capannone agricolo piena di legna.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy