BALDUCCI (PD): “CHIAREZZA SULLA RIAPERTURA DEGLI UFFICI COMUNALI”

di Marco Antonini

Fabriano – “Visto il perdurare della totale chiusura al pubblico degli uffici comunali di Fabriano ho protocollato un’interpellanza per provare a saperne qualcosa di più”. A parlare è il capogruppo del Partito Democratico, Giovanni Balducci, che con apposito documento, punta il dito contro la mancata apertura degli uffici di Palazzo XXVI Settembre 1997 e sollecita la riapertura. Il consigliere sollecita l’Amministrazione comunale. “Visto quanto pubblicato dall’Ente sui social e dai rappresentanti sindacali – dice Balducci – e che enti, limitrofi e non, al Comune di Fabriano, hanno garantito, seppur in maniera ridotta, controllata e o previo appuntamento telefonico, il funzionamento pressochè totale dei propri uffici comunali aperti al pubblico, chiedo di capire come questa Giunta intende muoversi”. Il consigliere di opposizione evidenzia che, ad oggi, “gli uffici comunali di Fabriano sono desolatamente e mestamente preclusi all’accesso pubblico e non sono presenti, all’interno dell’edificio, nemmeno i dipendenti, se non in ridottissime unità”.

Nell’interpellanza Balducci chiede di conoscere quanti incontri tra l’Amministrazione e i datori di lavoro sono stati fatti da quando è iniziata, a marzo, l’emergenza Covid; quando il responsabile ha protocollato il “piano di sicurezza” funzionale all’utilizzo dello stabile; se è stata effettivamente inoltrata diffida all’Amministrazione comunale da parte del sindacato e quando è prevista la riapertura parziale e totale al pubblico degli uffici. Da ormai una settimana anche la Uil Flp ha preso posizione invitando il Comune “a rispettare le regole relative alla prevenzione della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”. Il sindacato ha evidenziato che “alcuni dipendenti sono stati richiamati in servizio senza una reale ed organica programmazione, ma soprattutto senza che all’interno della struttura fossero applicati i protocolli di sicurezza necessari a fronteggiare la pandemia, nonostante da inizio aprile sia stata incaricata una società specifica per occuparsi del servizio di prevenzione e protezione”. Il sindaco Santarelli, nei giorni scorsi, ha confermato che non c’è ancora una data certa sulla riapertura degli uffici e che la maggioranza degli impiegati sta lavorando da casa; altri sono in ferie. Intanto, da lunedì, ha riaperto al pubblico l’ufficio postale sito in via Martiri della Libertà, quartiere Borgo.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy