ZAFFIRI (LEGA) CHIEDE RIAPERTURA DELLE GROTTE DI FRASASSI

Genga – Il lockdown per il Coronavirus ha costretto alla chiusura anche le nostre Grotte di Frasassi e la sospensione delle visite turistiche, comprese le escursioni da parte dei gruppi speleologici, sta procurando perdite in termini di entrare dirette per il Consorzio Frasassi, che sembrerebbero ammontare a circa un milione di euro solo nel mese di aprile. “La chiusura delle Grotte – sostiene il Capogruppo della Lega Marche Sandro Zaffiri – rappresenta non solo un problema per il Consorzio ma anche per l’indotto, visto che il traino del complesso ipogeo è fondamentale per le attività economiche del territorio”. Sussiste quindi una seria preoccupazione da parte di Sandro Zaffiri per gli effetti del lockdown sul circuito economico non solo del Comune di Genga e di tutto l’entroterra, ma anche dell’intera regione visto che le Grotte, uno dei complessi carsici più interessanti e noti d’Italia, rappresentano un importante volano anche per il settore turistico. “E’ quindi necessaria una rapida riapertura del complesso ipogeo gengarino – prosegue Zaffiri – e con la Mozione presentata oggi, 13 maggio, chiede proprio questo alla giunta regionale, naturalmente nel rispetto di tutte le precauzioni e le tutele sia per il personale che per i visitatori. Occorre dare risposte certe e tempestive – conclude Zaffiri – perché la ripresa delle tante attività economiche del territorio sono strettamente correlate all’apertura delle Grotte di Frasassi”. (cs)

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy