FABRIANO AL FLASHMOB “RISORGIAMO ITALIA”

di Antonella Bartolini, responsabile “Pubblici Esercizi Confcommercio di Fabriano”

Fabriano – Sensibilizzare l’opinione pubblica circa le gravi problematiche che la nostra categoria sta affrontando in questo periodo di emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. È questo il motivo che ha spinto alcuni di noi, ristoratori e baristi, a partecipare alla manifestazione nazionale promossa dal mondo HO.RE.CA. (acronimo di Hotellerie-Restaurant-Caffè), dal mondo dei Locali di Pubblico Spettacolo unito per la prima volta nella federazione nazionale di imprenditori della ristorazione (Movimento Imprese Ospitalità) e appoggiata da Fipe-Confcommercio. Martedì 28 aprile, infatti, anche noi qui a Fabriano abbiamo partecipato al flashmob “Risorgiamo Italia” accendendo le luci dei nostri locali che sono deserti da quasi due mesi e che saranno tra le ultime attività a ripartire. Appena poi sarà possibile, in pieno rispetto delle regole vigenti in maniera di distanziamento sociale, ci recheremo dal sindaco a cui consegneremo simbolicamente le chiavi dei nostri locali e alcune istanze affinché giungano ai piani alti. La nostra non è da vedere come una forma di protesta ma un modo per accendere i riflettori su tutte quelle questioni che imprenditori come noi si trovano oggi a fronteggiare: affitti, tasse, utenze, mancanza di liquidità e molto altro. Tuttora poi non siamo ancora a conoscenza di quelle che saranno le normative con le quali ci dovremmo confrontare ma che, cosa ormai nota e già accaduta per altre realtà commerciali, sicuramente comporteranno per noi una drastica riduzione della clientela. Una richiesta di aiuto dunque per una realtà, quella della ristorazione, portatrice non solo di interessi economici ma anche sociali, culturali, storici e antropologici.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy