RESIDENZA PROTETTA DI SASSOFERRATO, “NON CI SONO CASI DI POSITIVITA’”

Di Marco Antonini

Fabriano – Nessun nuovo caso a Sassoferrato: “Dagli accertamenti effettuati il primo aprile sugli ospiti e sul personale della Residenza Protetta di Sassoferrato, è emerso che non vi sono casi di positività al Covid-19”. Sono gli aggiornamenti di oggi, 3 aprile, del sindaco, Maurizio Greci. Una bella notizia per tutto il comprensorio dell’Ambito 10 dove ci sono 270 persone in quarantena. A Fabriano, invece, i nuovi casi accertati nelle ultime ore sono tre e il bilancio complessivo sale a 73. Sempre oggi c’è da registrare un caso presso la casa di riposo di Mergo di un anziano residente a Serra San Quirico. Nella città sentina sono 17 i casi complessivi, compresi i tre decessi. Una persona è attualmente ricoverata in Covideria all’ospedale Profili. Nelle ultime 24 ore sono decedute, nelle Marche, 17 persone.

Qui Sassoferrato

“Si rende noto alla cittadinanza che, in data odierna, non sono emersi ulteriori casi di positività al Covid-19 nel nostro territorio comunale, il cui numero rimane fermo complessivamente a 17, inclusi i tre decessi. La situazione, pertanto, è attualmente stabile e sotto controllo. Si rende noto, inoltre che, dagli accertamenti effettuati sugli ospiti e sul personale della Residenza Protetta di Sassoferrato, è emerso che non ci sono casi di positività al Covid-19. Si rinnova, in ogni caso, come oramai di consueto, l’invito alla popolazione alla scrupolosa osservanza alle prescrizioni già fornite a livello ufficiale dalle Istituzioni e ampiamente diffuse da questa Amministrazione nei giorni scorsi, richiamando la cittadinanza, soprattutto nell’odierno frangente, al più rigoroso rispetto del senso civico di comunità. La mancata osservanza delle prescrizioni imposte dalle normative vigenti comporterà l’irrogazione delle sanzioni previste per legge. Si comunica, altresì, alla cittadinanza che, nella giornata di oggi, è stata emanata l’Ordinanza sindacale con cui è stata disposta la chiusura ai visitatori dei cimiteri comunali, in ottemperanza alle direttive emanate al riguardo dal Ministero della Salute”. Così, in una nota, il sindaco di Sassoferrato, Maurizio Greci.

Ceriscioli

Dalla prossima settimana partirà uno screening sierologico per il Covid 19 a cominciare dalle Aziende ospedaliere di Torrette e Marche Nord. “La macchina organizzativa sanitaria si sta muovendo con tutte le forze in molteplici direzioni – afferma il presidente della Regione , Luca Ceriscioli – per consentire di velocizzare e aumentare le analisi di laboratorio per l’individuazione e l’isolamento del maggior numero possibile di casi positivi di Coronavirus, nonostante le difficoltà determinate dalla necessità dei reagenti.” I due principali poli ospedalieri della regione dunque – Ospedali Riuniti di Torrette e Marche Nord – stanno approntando tutte le misure più idonee a far partire entro la prossima settimana i test sierologici, cioè quelli che rivelano se un individuo sano, senza sintomi, è stato contagiato dal virus SARS-CoV-2 e ha sviluppato gli anticorpi che lo difenderanno dall’infezione e parallelamente si procede all’effettuazione e monitoraggio di tamponi.

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy