CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Raggiungono quota 1.737 nelle Marche i casi di positività al coronavirus (il 38,5% dei 4.512 tamponi eseguiti) dopo i campioni esaminati ieri. Lo fa sapere il Gores regionale che comunica altri 170 positivi tra gli ultimi 403 tamponi verificati (42%). Le persone ricoverate nell’ambito dell’emergenza epidemiologica sono 797 di cui 141 in terapia intensiva, 579 in reparti non intensivi, 77 in area post critica, 140 in semi intensiva. I pazienti dimessi salgono a 45 unità. Tra i positivi, 826 sono isolamento domiciliare; in casa si trovano ‘confinate’ altre 4.793 persone (4.070 senza sintomi e 723 con sintomi). I decessi finora sono 114. E’ Pesaro Urbino per distacco la provincia che conta il numero più alto di positivi (983), seguita da Ancona (447), Macerata (186), Fermo (68) e Ascoli Piceno (27). Le persone provenienti da fuori regione sono 26. A Pesaro Urbino anche la maggior parte dei ricoverati in terapia intensiva (36 Marche Nord, 5 Urbino) seguita da Ancona (31 solo nell’azienda Ospedali Riuniti).

Coronavirus: al via servizio automatico di sorveglianza delle persone in quarantena

A partire da oggi, 19 marzo, Asur dà il via a un servizio automatico di sorveglianza per raggiungere con maggiore sistematicità e precisione le persone che si trovano in quarantena nel proprio domicilio (perché sono contatti stretti di un caso confermato di coronavirus o perché sono rientrati da un viaggio a rischio), per aiutare nella verifica quotidiana delle condizioni di salute. I pazienti saranno contattati ogni giorno e la telefonata conterrà un messaggio registrato, al quale il cittadino deve rispondere per permettere la valutazione delle sue condizioni. In base alla risposta fornita saranno allertati, se necessario, il medico curante e il Dipartimento di Prevenzione dell’Asur.

During

“L’Italia che non si ferma, L’Italia che ha voglia di lavorare nonostante tutto…. Tanti i casi che abbiamo trattato e risolto grazie alla digitalizzazione …. Le nostre aziende clienti grazie alle Video Call, sono state seguite in tempo reale per risolvere tutte le problematiche che sono sorte minuto dopo minuto, dalle più banali ( fornire certificazioni per la logistica tragitto casa lavoro ) alle più complesse : far fronte ugualmente all’impennata di richieste di personale soprattutto in alcuni settori, opportunità di lavoro nel mondo della spesa on-Line, incremento di personale con opportunità di lavoro nella grande distribuzione per far riposare i dipendenti diretti, personale inserito nelle società specializzate nelle disinfestazioni. Questi solo alcuni esempi. Da ieri sono stati fatti già 230 video colloqui in tutta Italia. Aumentano le richieste delle aziende che hanno difficoltà con il personale in forza. Stiamo dando a tutti la possibilità di fare un video colloquio per potersi candidare. Il messaggio è: cambiamo prospettiva Italia, tutto quello che facevamo prima possiamo farlo comunque trovando nuove modalità”. Così, in una nota, Luca Busco, Agenzia During Fabriano.

Coldiretti Marche, appello ai Comuni per salvare i vivai

I Comuni possono fare tanto per sostenere le aziende agricole in questo momento di difficoltà, soprattutto quelle impegnate nel florovivaismo messo in ginocchio dall’emergenza Coronavirus con fiori e piante appassiti e distrutti per il divieto di cerimonie come battesimi, matrimoni, lauree e funerali ma anche per il blocco della mobilità. Come? Affidando loro, con assegnazioni dirette e senza gara (nei limiti di quanto previsto dalla legge), lavori per la piantumazione di aree pubbliche, la sistemazione di giardini e parchi comunali, l’implementazione delle aree verdi e la manutenzione del verde urbano. Un appello destinato a tutti i sindaci delle Marche per sostenere un settore che, nella nostra regione, conta 105 aziende. I vivai, secondo un’analisi di Coldiretti Marche su dati della Camera di Commercio unica regionale, vedono un 20% di imprenditoria femminile, mentre un’azienda su cinque ha un under 35 al comando. Tutte al momento ferme in quello che di solito è un periodo di punta. “Il settore – scrive la presidente regionale di Coldiretti, Maria Letizia Gardoni – vede bloccate le partenze dei prodotti per le destinazioni abituali, con il rischio anche di dover mandare a casa molti lavoratori. Come Coldiretti riteniamo che solo tutti insieme potremo uscire da questo momento difficilissimo e solo collaborando potremo darci forza nel recuperare quelle parti di economia che andranno sicuramente perse”. L’impiego di aziende agricole del territorio per la manutenzione del verde era stato anche uno dei punti dell’Agenda Programmatica, un documento nato dall’ascolto degli agricoltori marchigiani e destinato alle amministrazioni locali per allacciare una collaborazione concreta e proficua per tutta la comunità. “L’utilizzo prioritario di aziende florovivaistiche locali – conclude la presidente Gardoni – è finalizzata a garantire una ripresa veloce delle realtà del territorio. Questa battaglia si vince insieme, ripartendo anche dalle micro economie locali”.

Teatro

Il Teatro non si ferma! In tempo di emergenza coronavirus, a palcoscenici chiusi, anche gli artisti e il pubblico aderiscono alla campagna #iorestoacasa ma non abbandonano la loro voglia di ridere, commuoversi e sentirsi uniti grazie al teatro! Via web, gli spettacoli si possono trasmettere anche dal giardino di casa o dal salotto, e lo spettatore segue a tempo di click, restando bello comodo sul divano. Così l’ATGTP associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, compagnia di teatro ragazzi con sede a Jesi e a Serra San Quirico, nelle Marche, ha inventato per il suo pubblico una nuova rassegna, la Rassegna pirata, ogni giorno in diretta Facebook fino a martedì 24 marzo, alle ore 17. Ogni pomeriggio, un artista dell’ATGTP si collegherà in diretta proponendo performance e racconti; domenica 22 marzo, inoltre, sarà trasmesso in versione integrale uno degli spettacoli più amati e rappresentati della compagnia Teatro Pirata, “Il tesoro dei pirati”, spettacolo per burattini pupazzi e divertenti canzoni, ideazione e regia Gianfrancesco Mattioni, Silvano Fiordelmondo, Diego Pasquinelli, scenografia Marina Montelli, musiche Lorenzo Soda. “Carissimi amici, ci siete mancati e in questi giorni vi abbiamo pensato tantissimo!” – fa sapere l’ATGTP – “Nell’attesa di rivederci a Teatro, abbiamo unito le nostre forze creative ed è nata la Rassegna pirata, ore 17. Ogni pomeriggio in diretta sulla nostra pagina Facebook al link https://www.facebook.com/teatro.pirata/ un’artista dell’Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata sarà in onda con una sorpresa per i bambini e le bambine e per gli adulti che avranno piacere di stare con noi comodamente da casa!

Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo rende noto che, nell’assicurare la tutela del proprio personale e il costante presidio dei servizi alla propria clientela, è possibile accedere alle filiali del Gruppo esclusivamente su appuntamento. Per i clienti è possibile richiedere l’appuntamento telefonicamente, per le sole operazioni indifferibili e non altrimenti eseguibili attraverso i canali diretti e digitali della banca, come gli sportelli automatici, la filiale online (telefonica) e la piattaforma di home banking. Come già comunicato in data 12 marzo 2020, la tutela delle nostre persone, nel rispetto della garanzia della continuità e qualità del servizio, è una delle priorità di Intesa Sanpaolo anche in questa delicata fase di emergenza. Per questo motivo, invitiamo pertanto i clienti a verificare, attraverso il numero verde 800.303.303 (dall’Italia).

A cura di m.a.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy