CORONAVIRUS, IL COMUNE DI JESI CONTRO IL PROCURATO ALLARME

Jesi – L’Amministrazione comunale provvederà a denunciare per procurato allarme quanti stanno diffondendo fake news sui social circa casi di quarantena a Jesi o altri episodi riconducibili in qualche modo al Coronavirus che interessano il nostro territorio. “Diffondere simili false informazioni è da autentici irresponsabili che non meritano alcuna tolleranza. Pertanto si invitano i cittadini che dovessero leggere affermazioni del genere a segnalarle prontamente alle forze dell’ordine” si legge in una nota del Comune di Jesi. L’Amministrazione comunale raccomanda alla cittadinanza “di fare esclusivamente riferimento alle comunicazioni ufficiali delle Autorità Sanitarie e delle Istituzioni preposte”.

Digitalizzazione

Jesi – Prosegue il processo di digitalizzazione del Comune di Jesi con l’obiettivo di semplificare le procedure ai cittadini e metterli nelle condizioni di effettuare operazioni direttamente da casa senza dover recarsi nella residenza municipale e mettersi in coda. Dopo l’attivazione dei servizi on line legati alle attività produttive e alle pratiche urbanistiche, infatti, sono state completate anche le altre procedure legate all’Area Servizi Tecnici. E’ possibile, quindi, presentare istanza on line pure per i seguenti procedimenti:
• richiesta di accessi carrabili o pedonali e relativa autorizzazione/concessione;
• autorizzazione di scavo su suolo pubblico presentata sia da privati cittadini che da Enti gestori di servizi (telefonia, energia elettrica, gas, acqua, ecc.);
• autorizzazione per l’abbattimento o la potatura di specie arboree protette;
• autorizzazione per l’installazione di insegne pubblicitarie fisse e/o temporanee e di insegne di esercizio/vetrofanie;
• installazione di targhe professionali;
• installazione di tende.

Prossima anche l’attivazione della richiesta di autorizzazione on line per la realizzazione di stalli di sosta per disabili. Per accedere alle istanze on line è sufficiente cliccare sul tab “Lavori pubblici on line” presente nella home page del sito del Comune di Jesi, nella sezione Informazioni e Servizi. In questo modo l’utente verrà reindirizzato al portale comunale. L’accesso avviene tramite Spid (Sistema pubblico di identità digitale) o Cohesion (Sistema di identità digitale della Regione Marche) e all’interno del portale è anche possibile firmare i documenti digitalmente laddove necessario. Tanti i vantaggi per l’utente. I più evidenti e immediati sono quelli riconducibili alla fruizione di un servizio in modalità digitale e cioè: compilare e formalizzare la pratica comodamente dal proprio computer senza limiti d’orario, avere a disposizione una procedura guidata e di facile utilizzo, conoscere in ogni momento tutte le informazioni sulla propria istanza, l’iter e i termini di conclusione del procedimento. A disposizione anche delle mini guida caricate sul portale e un indirizzo di helpdesk da contattare in caso di necessità.

È comunque prevista, per un breve periodo transitorio, la possibilità per tutti di continuare a presentare le pratiche in Comune, a Jesi, in formato cartaceo presso gli uffici, con l’auspicio che il passaggio al digitale possa essere automatico e apprezzato da tutti. Nel favorire una sempre maggiore digitalizzazione dei propri servizi, l’Amministrazione comunale ha inoltre scelto di adottare un unico interfaccia di comunicazione. Infatti, il portale per presentare le istanze è lo stesso che già oggi viene utilizzato dai cittadini – in particolare professionisti ed imprese – per inviare le pratiche relative alle attività produttive, all’edilizia, all’ambiente e a concorsi pubblici. Ed è lo stesso su cui l’Amministrazione sta lavorando per digitalizzare ulteriori servizi di altri settori come l’anagrafe, i servizi educativi, i tributi (che saranno messi a disposizione dell’utente di volta in volta). In questo modo i cittadini, una volta acquisita familiarità con il sistema informatico, potranno utilizzarlo agevolmente per presentare qualsiasi istanza futura all’Amministrazione.

Marco Antonini

 

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy