L’importanza delle FIBRE

Ben ritrovati cari amici! Questo mese ho deciso di parlarvi delle fibre alimentari, fino a qualche decennio fa erano comunemente presenti nella dieta quotidiana, che fine hanno fatto oggi? Sono lentamente sparite dalla nostra tavola da quando l’industria alimentare ha iniziato a produrre un numero sempre maggiore di alimenti raffinati,soprattutto prodotti da forno preparati con farine prive di fibre presenti originariamente. Negli ultimi anni però, si sta diffondendo sempre di più la consapevolezza della loro importanza. Le fibre sono una parte degli alimenti di origine vegetale che l’organismo non è in grado di assimilare (cioè di digerire), ma che sono comunque essenziali nella dieta. La loro assenza nell’alimentazione quotidiana può provocare una serie di problemi e disturbi da non sottovalutare, come l’alterazione della flora batterica intestinale, la tendenza al sovrappeso e all’ipertensione e l’irritazione della mucosa intestinale. Un adeguato consumo di cibi ricchi di fibre infatti facilita il transito intestinale e aiuta a prevenire emorroidi e diverticolosi. Inoltre queste sostanze e gli alimenti che le contengono sono efficaci nella prevenzione del cancro al colon e di alcune malattie metaboliche, come il diabete e l’ipercolesterolemia. Infine non va sottovalutato l’effetto saziante: rigonfiandosi, le fibre aumentano il senso di pienezza gastrica, per questo il loro consumo regolare previene il sovrappeso e gli alimenti che ne sono ricchi sono al centro di diete dimagranti.

Dove si trovano? I cibi che le contengono sono la frutta e la verdura, i cerali soprattutto quelli integrali, i semi, come quelli di lino, i legumi e la frutta in guscio. Bastano 30 grammi al giorno di fibra nell’alimentazione quotidiana (basata soprattutto su pasta, pane e riso bianchi, oltre che carne e formaggi): è sufficiente incrementare la quantità di verdura e frutta e inserire dei cereali integrali. La cosa migliore è partire già dalla colazione, che può essere a base di fiocchi di avena o di frumento, riso soffiato o grano saraceno da consumare nello yogurt magro, nel latte scremato o parzialmente scremato aggiungendo anche perché no un po’ di frutta a pezzetti come mela mirtilli e fragole.

NaturHouse a tal proposito ha pensato a due prodotti eccezionali: la REDUNAT FIBRA e FIBROKI CEREALI, crusca di frumento il primo e avena il secondo, si presentano sotto forma di piccoli agglomerati croccanti e gustosi da utilizzare nello yogurt o nel latte come colazione, dolcetto di chiusura pasto o fresco spuntino. La REDUNAT FIBRA si caratterizza per l’alta presenza di fibre al suo interno pari al 35% , per la sua croccantezza e per suo dolce aroma di mela, mentre i CEREALI FIBROKI a base di avena per il suo gusto più delicato e per la presenza della CLA, olio di cartamo, ricco di acido linoleico coniugato ad azione brucia grassi.

Per saperne di più vi aspetto nel mio centro a Fabriano, in corso della Repubblica 59. Per informazioni e per prenotare la vostra consulenza gratuita chiamate allo 0732/4103. Vi aspetto! Un caro saluto!

Vanessa Ciucci, Consulente NH

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy