CONFERENZA SINDACI AV2, NOVITA’ A FABRIANO: CONCORSI E PIU’ POSTI LETTO

di Marco Antonini

Fabriano – Un concorso per il primario di Ortopedia e per assumere nuovi infermieri vista la mancanza, di queste figure specializzate, in quasi tutti i reparti dell’ospedale Profili. I posti letto tolti nel periodo estivo verranno reintegrati gradualmente nei prossimi mesi, in base alla priorità. Le Unità Operative che avranno più ricoveri sono: Oncologia, Chirurgia, Otorinolaringoiatra e Area Medica. Il servizio della Diabetologia presso il Distretto Sanitario di via Brodolini non chiuderà, ma arriverà un nuovo medico. Sono queste le novità della Conferenza dei Sindaci di Area Vasta 2 che si è tenuta ieri pomeriggio, 24 settembre, al Complesso San Benedetto di Fabriano. Presenti, oltre i primi cittadini o loro delegati della Provincia di Ancona, il governatore delle Marche, Luca Ceriscioli, il direttore di Area Vasta 2, Giovanni Guidi. Il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli ha chiesto “quali sono le reali intenzioni rispetto alla riattivazione dei posti letto che sono stati tolti nel periodo estivo per poter garantire il piano ferie in una situazione di carenza di personale”. Ci sono in ballo, infatti, 10 posti letto di Medicina, sui 28 totali, sottratti con l’accorpamento estivo e la riorganizzazione di Ortopedia e Oculistica. “Da evidenziare come normalmente il reparto di Medicina a Fabriano registri una occupazione dei posti del 96-97%, sintomo – dice Santarelli – che di quei posti c’è assoluto bisogno”. Confermato che gli accorpamenti resteranno in vigore a breve perché questi posti verranno reintegrati, anche se non è dato sapere da quando, in Oncologia, Chirurgia, Otorinolaringoiatra e Area Medica. Secondo i sanitari, però, è difficile lavorare così perché non si riesce a fare una seria programmazione del lavoro.

Sull’argomento personale le criticità sul tavolo sono tante. Al Profili, dall’inizio del periodo estivo, mancano 32 unità infermieristiche e 12 Operatori socio sanitari con ulteriore aggravio della situazione già critica. “Ci sarebbe la possibilità di reintegrare immediatamente il personale – ribadisce Santarelli – che nell’incertezza ha deciso di rispondere alle chiamate di altre Aree vaste dove vengono offerti contratti a tempo indeterminato cosa che da noi da anni è un’utopia, attingendo dalla graduatoria di circa 800 nominativi scaturiti dall’avviso per titoli di luglio del 2018”. Nei prossimi mesi le criticità aumenteranno con altro personale che accetterà un contratto a tempo indeterminato in altri ospedali, fuori regione. Il direttore di Area Vasta 2, Guidi, a questo proposito, ha confermato che entro l’anno verrà bandito nuovo concorso per l’assunzione di infermieri. All’ordine del giorno anche la possibile idea di rivedere i “minutaggi necessari di lavoro” in modo che quelle che oggi sono carenze di organico si trasformino magicamente in personale sufficiente. “Sarebbe – commenta Santarelli – un gioco di prestigio dannoso e offensivo contro il quale ci dovremo mobilitare tutti”. L’idea di Area Vasta 2 è quella di ricalibrare il tempo di lavoro in ogni reparto in base alle esigenze. Oltre a questo, causa carenza cronica di personale, viene a mancare, causa un pensionamento, il servizio di doppio turno medico che obbliga ad avere la guardia medica notturna interna che dovrebbe occuparsi sia della medicina di urgenza che dell’area medica nelle ore, appunto, notturne dalle 20 alle 8. Servono 3 medici per rafforzare il Pronto Soccorso. A rischio il Laboratorio Analisi.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy