VANDALI E INCURIA, PROTESTANO I FABRIANESI

Vandali e incuria, protestano i residenti per le pessime condizioni del parco della Pisana, a due passi dall’ospedale Profili di Fabriano. Gli abitanti della zona chiedono due cose: più manutenzione da parte del Comune e più controlli, magari in borghese, da parte delle forze dell’ordine. Le segnalazioni, negli ultimi giorni, sono diverse: c’è un’altalena in legno crollata letteralmente in terra dopo essere stata utilizzata da una bambina che, per fortuna, non è stata colpita; panchine in legno divelte probabilmente da vandali e cartacce e rifiuti abbandonati in giro. Un mix fra incuria, degrado ed episodi di micro-delinquenza. Nei giardini della Pisana è difficile far giocare liberamente i bambini e diversi genitori hanno protestato sui social network. Chiesto un immediato intervento da parte dell’Amministrazione comunale per riparare i giochi e le panchine danneggiate. Nei giorni scorsi l’altalena in legno è crollata. Una bambina l’aveva utilizzata solo qualche minuto prima. Per fortuna non è stata colpita. Poco distante c’è una panchina in legno che, oltre a essere marcia, è stata probabilmente oggetto dell’attenzione indesiderata di qualche vandalo annoiato. I residenti della zona chiedono più manutenzione all’Amministrazione comunale e alle forze dell’ordine più controlli contro gli episodi di vandalismo e/o micro-delinquenza. Da Palazzo Chiavelli, intanto, fanno sapere che si sta per intervenire con gli operai comunali sui parchi cittadini. Sono stati stanziati 15mila euro per la manutenzione della Fontana del Parco Unità d’Italia. Recentemente, solo per fare un altro esempio, è stata danneggiata la maniglia di una fontanella situata in questo grande giardino del centro e così, per diverse ore, l’acqua ha continuato ad uscire “allagando” il prato in attesa dell’intervento dei tecnici. Questo mese verranno acquistati giochi per le scuole e per i giardini pubblici: spesa di circa 60mila euro. 30mila euro, invece, serviranno per proseguire i lavori presso il Parco Regina Margherita che necessita, da tempo, di manutenzione. Contro la sporcizia di chi abbandona rifiuti in giro sono stati acquistati cestini per 25mila euro. Per smascherare gli incivili che gettano cartacce, rifiuti di vetro e di plastica in mezzo alla strada o nelle aiuole arriveranno più telecamere che verranno installate con l’obiettivo di identificare i furbetti dei rifiuti. Sconfiggere l’inciviltà, purtroppo, non è facile e ì, anche per questo, servono le nuove tecnologie. Nei prossimi mesi potrebbe diventare realtà anche il progetto, costo complessivo 180 mila euro, per dotare i varchi di accesso alla città della carta, del sistema “targa system”. Allo studio un progetto per potenziare la videosorveglianza in particolar modo nei giardini pubblici visto il ritrovamento, nelle ultime settimane, di diverse siringhe. Tante le segnalazioni. Giorni fa ignoti hanno abbandonato bottiglie vuote di alcolici e superalcolici in prossimità delle panchine del parco Regina Margherita nonostante, alcune ore prima, era stata effettuata la pulizia da parte di Anconambiente.

Marco Antonini

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy