ANCHE CNA CHIEDE APERTURA SVINCOLO SASSOFERRATO

Fabriano – La CNA interviene rispetto alla denuncia fatta dagli amministratori e dai pendolari, ma anche dai turisti che devono affrontare il martoriato tragitto lungo la Statale 76 fino alla prima uscita possibile predisposta temporaneamente per raggiungere Genga e Sassoferrato, rimarcando che “siamo ancora in assenza di certezze e nella triste vicenda dei lavori sulla Statale 76 si vedono solo continui slittamenti e lentezze”. La CNA da lungo tempo tratta in prima linea il problema infrastrutturale dell’area, concorrendo anche alla raccolta delle firme della petizione lanciata anni orsono, e segnalando l’assurda vicenda della Pedemontana a Striscia la Notizia: “Ormai – si legge nella nota CNA – visto lo stato delle cose, la realizzazione dei lavori sembra un’autentica chimera”. CNA ricorda come, senza adeguate infrastrutture materiali e immateriali, non si può garantire la tenuta economica e demografica di un’area, come quella del fabrianese, profondamente colpita dalla crisi, nella quale la CNA sta comunque cercando di portare avanti azioni importanti, con progettualità mirate, sintonia con le amministrazioni e grazie all’abilità e alla passione degli imprenditori, per tentare di ripartire su basi nuove. Leggi (clicca qui) l’articolo di Marco Antonini sulla situazione allo svincolo di Campodiegoli-Sassoferrato.

Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy