SEQUESTRATI 30 KG DI PRODOTTI ITTICI E MULTA A UN RISTORANTE CINESE

Ieri, 26 novembre, gli uomini e donne della Guardia Costiera di Senigallia, sotto il coordinamento del Centro Controllo Regionale Area Pesca della Direzione Marittima di Ancona, sono stati impegnati in una meticolosa attività di accertamento e di prevenzione sulla filiera di commercializzazione dei prodotti della pesca nell’ambito del Comune di appartenenza. Al vaglio dei militari, la corretta conservazione del pesce e la manipolazione dei prodotti ittici, dallo sbarco alla vendita e somministrazione al consumatore finale dei prodotti. Tra le rivendite controllate è stato accertato presso un noto ristorante cinese della zona la presenza di circa Kg 30 di molluschi cefalopodi congelati sprovvisti di ogni informazione obbligatoria sulla loro tracciabilità e salubrità. Gli alimenti rischiosi per la sicurezza alimentare sono stati immediatamente sequestrati affinché non arrivassero nei piatti dei clienti dell’esercizio e al proprietario è stata inflitta una pesante multa di alcune migliaia di euro. L’attenzione degli uomini in divisa crescerà nel corso del mese, specialmente con l’avvicinarsi delle festività e del conseguente incremento delle vendite di pesce. “La normativa vigente è decisamente stringente, ma comunque molto chiara – ha affermato il comandante della Guardia Costiera di Senigallia, Eugenio MY – ed è compito del Corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera tutelare l’intera filiera ittica, ponendo al centro della nostra attività non solo la salvaguardia delle risorse ittiche, ma soprattutto la tutela del consumatore”.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy