A MATELICA NASCE LO SPAZIO DI AGGREGAZIONE “RAGAZZI IN CIRCOLO”

Nasce a Matelica “Ragazzi in circolo”, nuovo spazio di aggregazione attivato dall’amministrazione comunale per i giovani tra i 14 e i 19 anni. Il servizio, operativo dal primo ottobre nei locali dell’ex Convento dei Padri Filippini (Zona Creativa Urbana, via Oberdan 56), è realizzato in collaborazione con l’Unione Montana Alte Valli del Potenza, dell’Esino e del Musone, l’Associazione Scacco Matto onlus, la Cooss Marche, la CRI Comitato di Matelica, il Lions Club di Matelica e l’ASD Dojo Karate Takashi Shotokan. Sabato 29 settembre alle ore 18 è in programma l’evento inaugurale aperto a tutta la cittadinanza.

“Il nuovo servizio – sottolinea l’assessore ai servizi sociali del Comune di Matelica, Pietro Valeriani – mira a potenziare il centro già esistente a Palazzo dei Filippini con un progetto specifico dedicato ad una fascia di età particolarmente a rischio; i ragazzi avranno opportunità di scambio e di condivisione, con attività laboratoriali mirate e il supporto di operatori specializzati. Questo intervento si inserisce nel quadro delle azioni portate avanti da questa amministrazione sul fronte della prevenzione, per favorire l’inclusione sociale e contrastare fenomeni di devianza e gravi problematiche diffuse tra i giovani, come il consumo di droga e di alcol, comportamenti aggressivi e bullismo. Abbiamo in programma anche iniziative nelle scuole in collaborazione con gli Istituti, le associazioni e le forze dell’ordine”.

Lo spazio “Ragazzi in circolo”, completamente gratuito, sarà aperto dal primo ottobre nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 16.30 alle 19.30. Tante le attività proposte, tra cui un workshop per dj ed uno dedicato alle percussioni, corsi di break dance, karate e cucina, e poi tornei di biliardino, ping pong e play station. Sarà inoltre a disposizione uno “Spazio Musica” attrezzato come sala prove per gruppi musicali e il “Circle time”, uno spazio per favorire momenti di discussione e di riflessione sulle tematiche giovanili attraverso la mediazione di educatori professionisti. Inoltre, in occasione di questo primo anno di attività, per i ragazzi che frequenteranno lo spazio di aggregazione verranno messi in palio due biglietti per un concerto di musica Trap o Rap. L’evento inaugurale di sabato è aperto a tutti i ragazzi interessati e alle loro famiglie. Il via alle ore 18 con esibizioni live (dj e percussioni) a cura di Jacopo Jay e Gianfra de Vicienti; alle 18.30 in programma il momento istituzionale alla presenza delle autorità; seguirà un aperitivo finale.

Per informazioni: 347 9583848 – 0737 781842, facebook: @scaccomattoonlus

 

Il Teatro Piermarini ospita la tappa conclusiva della fortunata rassegna dedicata al femminile

Oggi, venerdì 28 settembre,  alle ore 21.15 il Teatro Piermarini di Matelica ospiterà l’appuntamento conclusivo di “Non a voce sola”, rassegna itinerante di filosofia, poesia, narrativa, musica ed arti dedicata al mondo femminile. L’iniziativa, che vede la direzione artistica di Oriana Salvucci, è promossa dalla Regione Marche, con il patrocinio del Comune di Matelica, della Commissione Pari Opportunità della Regione, dell’Università di Macerata e dell’Università Politecnica delle Marche. Protagoniste di questo nuovo appuntamento con i dialoghi al femminile, due narratrici di eccezionale bravura che racconteranno, attraverso due personaggi dei loro libri, la loro idea di gerarchie simboliche e potere femminile: Lidia Ravera con la Costanza del suo Il terzo tempo e Cristina Battocletti con il suo Bobi de’ Bobi Bazlen, l’ombra di Trieste. La direttrice artistica Oriana Salvucci così introduce le sue due ospiti: “Siamo all’ultimo appuntamento di Non a Voce Sola, una rassegna che ha il sapore della peregrinatio in terra marchigiana, un viaggio all’insegna dell’ordine simbolico e della necessità di una narrazione che parta dallo sguardo femminile. Le due ospiti sono, quindi, il frutto di una scelta consapevole e due delle figure più autorevoli del panorama nazionale. Cristina Battocletti, giornalista e scrittrice, e l’immensa Lidia Ravera, una maestra per tutte noi. Il suo ultimo libro ha l’incanto della novità. Un libro non sulla vecchiaia, ma sulla forza, sul desiderio di felicità, sulla capacità di cambiare e volere per sé un destino diverso. Quale conclusione migliore?”. (cs)

 

 

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy