SS76, VERTICE IN REGIONE PER EVITARE LA FINE DEL COMPRENSORIO

Fabriano – Strada Statale 76 rischio incompiuta? I sindacati hanno incontrato ieri, martedì 24 luglio, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Anna Casini, per sollecitare una presa di pozione di Palazzo Raffaello ed evitare l’isolamento del Fabrianese che soffre per colpa di vie di comunicazione difficili. “L’assessore Casini – riferiscono i rappresentanti di Filca Cisl, Feneal Uil e Fillea Cgil – ci ha chiesto di ripercorrere la storia dei cantieri negli ultimi mesi, culminata con la procedura di mobilità collettiva per 59 lavoratori su 147. Astaldi non può garantire una continuità lavorativa se non c’è l’approvazione da parte del Cipe della variante 6 che consiste nel rifacimento per la messa a norma di viadotti e ultime due gallerie lungo il vecchio tracciato della SS76, per circa 9 milioni di euro che garantirebbe lavoro per un anno. Il tempo necessario perché entrino a pieno regime anche il terzo e quarto lotto per la realizzazione della Pedemontana, Fabriano-Muccia, circa 100 milioni di lavori, sempre che il Cipe sblocchi anche questa situazione”. E’ necessario il pressing della Regione Marche per il completamento dell’opera, la direttrice Ancona-Perugia, giudicato vitale e strategico per l’entroterra. Intanto la procedura per il licenziamento collettivo è stata avviata. I 45 giorni entro il quale si dovrebbe trovare un accordo azienda-sindacati, scadono i primi di agosto. Successivamente si apriranno i 30 giorni con il coinvolgimento della Regione Marche. “È chiaro – concludono – che se non abbiamo notizie positive dal Cipe, il rischio licenziamento, dal primo settembre, da parte di Astaldi, è sempre più concreto. Si vocifera di un ultimo Cipe prima delle ferie estive, ma ancora non si hanno notizie in merito”. Nei giorni scorsi si è già svolta una riunione fra i sindacati e l’azienda, nell’ambito dell’avvio di procedura per giungere a un accordo e scongiurare, a decorrere dal primo settembre prossimo, il licenziamento collettivo. Nel frattempo, i sindacati di categoria hanno già incontrato i vertici dell’Anas e il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli. Domani nuovo faccia a faccia fra sindacati e Astaldi.

error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy