FUGA D’AMORE DI UNA 18ENNE DI FABRIANO, RITROVATA, DOPO 10 ORE, IN VALLESINA

Fabriano – E’ durata in tutto una decina di ore la fuga, d’amore, di una giovane diciottenne fabrianese che, dopo essere uscita di casa col nuovo fidanzato, non aveva fatto più ritorno facendo perdere le proprie tracce e rendendosi irreperibile. Aveva chiamato il padre per dirgli che si sarebbe allontanata per un po’ senza voler essere rintracciata, ma di fronte al legittimo pressing del suo genitore che le chiedeva conto sulle sue precise intenzioni, chiudeva la conversazione e spegneva il telefono.
Subito dopo la denuncia, avvenuta nel pomeriggio di qualche giorno fa, da parte dei genitori della neomaggiorenne, che peraltro non conoscevano ancora la nuova “fiamma” della figlia, gli agenti del Commissariato di Fabriano, agli ordini del commissario Capo, Sandro Tommasi, (foto) si sono prodigati per rintracciarla diramando immediatamente le ricerche della giovane a tutti gli uffici delle forze dell’ordine territoriali. Le pattuglie del Commissariato, avuta la notizia, hanno battuto palmo a palmo tutto il fabrianese per ore. Ma nulla. Nel contempo gli investigatori della Polizia di Stato hanno effettuato le indagini del caso, “ascoltando” le dichiarazioni di conoscenti ed amici della giovane e attivando le procedure tecniche per la localizzazione del suo telefono cellulare.  Le indagini sono state attivate anche sui social network ove gli investigatori  sono riusciti ad individuare, su Facebook, il profilo del probabile fidanzato che, verosimilmente, poteva essere in sua compagnia. Considerato che il ragazzo risultava essere residente nella zona della Vallesina, medesimo luogo ove era stata agganciata l’ultima cella telefonica dall’apparecchio telefonico della giovane, il personale del Commissariato di Fabriano ha chiesto la collaborazione dei colleghi di Jesi, che, nell’occasione avevano una Volante nei pressi di Poggio San Marcello, luogo dove è stata rintracciata la giovane “scomparsa” dopo pochi minuti. La pattuglia ha raggiunto la casa del fidanzatino in pochi minuti dalla segnalazione e ha potuto così verificare la effettiva presenza della giovane sul posto. La giovane si è dimostrata visibilmente meravigliata dalla vista dei poliziotti. Tuttavia, ha ben presto capito la gravità di quello che aveva fatto e ha chiesto pertanto scusa a tutti per l’accaduto ed è tornata dai genitori.
cs
error: Attenzione: Riproduzione delle notizie vietata - Diritti riservati !!
Contattaci al 393 000 9690
Prima di iniziare la conversazione è obbligatorio accettare la nostra privacy policy